Guardate porno dal vostro smartphone Android? Dovreste fare molta attenzione, perché in molti contenuti a luci rosse si annidano virus pronti ad installarsi sul vostro dispositivo. Lo rivela un rapporto di Kaspersky Lab, secondo il quale un virus su quattro è nascosto proprio all'interno dei contenuti pornografici e colpisce il sistema operativo di Google. Solo lo scorso anno, gli utenti Android colpiti da malware di questo tipo sono stati 1,2 milioni in tutto il mondo, cioè circa un quarto dei 4,9 milioni di utenti Android che nel corso dell'anno si sono trovati ad essere vittime di un virus.

Un approccio, quello dei malware nascosti dentro a contenuti porno, che pare colpire soprattutto l'ambiente mobile: secondo i ricercatori, questa strategia è stata individuata "solo" 300.000 volte nei contenuti per computer, con circa 50.000 attacchi su PC rilevati nel corso dell'ultimo anno in tutto il mondo. Il rapporto della nota azienda di sicurezza informatica non ha preso in considerazione iOS, il sistema operativo di Apple e meno soggetto ad attacchi informatici di questo tipo, ma solo l'OS più diffuso al mondo, cioè Android.

Secondo Kaspersky Lab, la maggior parte dei virus nascosti all'interno dei contenuti pornografici fanno parte della categoria "Clicker", cioè quei malware che aprono automaticamente altre pagine web, portano l'utente a cliccare sulle inserzioni e lo iscrivono a servizi a pagamento ad insaputa della vittima, che spesso si ritrova ad essere abbonato a costosissimi servizi in grado di sottrarre soldi dall'abbonamento o dalla ricaricabile, senza molte possibilità di ottenere rimborsi da parte degli operatori. Per questo anche su Android è sempre bene proteggersi effettuando regolari scansioni tramite uno dei software di antivirus disponibili per sistema operativo Android.