10 Giugno 2013
16:57

Prendere lauree e diplomi dal pc di casa con i corsi a distanza

Corsi online, gratuiti, per tutte le esigenze formative, di alto contenuto qualitativo, accessibili da qualsiasi area geografica con un solo requisito per l’utente: una connessione internet veloce. I Mooc – Massive open online courses – sono il presente e forse anche il futuro della formazione, da un livello base all’avanzato. Harvard e Stanford non saranno più appannaggio di pochi.

Se fosse possibile conseguire la laurea dalla scrivania di casa o da un qualsiasi luogo pubblico dotato di wi-fi connessi alla pagina web di un corso online sarebbe di certo una comodità, ma non siamo ancora a questi livelli.

Certo è, invece, che la formazione universitaria, post-universitaria e professionale può godere di una grossa agevolazione allo studio e all'acquisizione di conoscenze e competenze: la formazione online.
Ne parlava Bill Gates, sostenendo che i college universitari prima o poi avrebbero perso appeal ed utilità, ed oggi riscontriamo una materializzazione di quella che appariva solo una profezia senza basi razionali.

Mooc: questo l'acronimo che sintetizza il fenomeno. I Massive open online courses rappresentano il basket di corsi online rivolti a tutti – massive, appunto – attraverso internet, che vertono sulle tematiche più disparate, dalla letteratura al marketing, dalla finanza all'IT, per non parlare delle nuove tematiche dell'universo digital, SEO, piuttosto che social media, così come design e tanto altro ancora.

Abbondano le Scuole di formazione nell'elenco dei fruitori di questo servizio di e-learning, ma spiccano tra le tante grossi nomi di atenei universitari internazionali, vedi Princeton ed il Politecnico di Parigi, per fare solo qualche esempio.

Il plus è dato dal lato economico del servizio offerto: i corsi – quasi la totalità – sono a titolo gratuito; basta registrarsi alla piattaforma d'interesse per usufruire della formazione, seguendo, a seconda dei casi, diverse regole di comportamento e procedure, purchè si conosca l'inglese (i corsi più prestigiosi sono chiaramente in lingua) e si abbia una buona connessione internet a disposizione.

La novità non sta nella possibilità di scorporare la formazione dalla collocazione geografica del docente e del discente, quella esiste da tempo anche a livello universitario, bensì consiste nell'elevato livello qualitativo del ventaglio di corsi a disposizione, avendo riguardo al soggetto erogatore, spesso degli atenei d'elite, garanzia di serietà, professionalità e certificazione di spessore come output del processo educativo digitalizzato.

Tra l'offerta da parte dei più prestigiosi atenei internazionali si segnalano:

Coursera: nata nel 2012 dall'idea di due Professori della Stanford University, la piattaforma offre una vasta gamma di corsi, sfruttando partnership con oltre 60 atenei mondiali (La Sapienza di Roma fra gli altri);

edX: progetto no profit originato dal MIT di Boston e dall'Università di Harvard, contando sulla collaborazione di circa altri dodici partner internazionali per rendere disponibile la fruizione di contenuti formativi di alto livello e svariato topic;

Udacity: piattaforma erogatrice di corsi esclusivamente a contenuto scientifico sulla falsa riga di Coursera.

Non manca un catalogo made in Italy. Di seguito gli esempi più significativi:

Federica: portale dell'Università di Napoli Federico II che offre un catalogo di 300 corsi, 5.000 lezioni per 13 diverse aree tematiche. La piattaforma vanta oltre 16.000 iscritti, a dimostrazione che il meccanismo funziona,

Oilproject: numerosi corsi tenuti attraverso videolezioni da scaricare. Unica differenze rispetto agli altri è data dalla mancanza di docenti qualificati: i corsi sono tenuti da persone preparate nel loro campo, ma senza la titolarità di una cattedra universitaria tra i titoli del CV;

Trio: il catalogo di corsi online promosso dalla Regione Toscana;

Skillbros: portale di videolezioni per un percorso formativo da docente.

Il meccanismo che permette al circuito di funzionare? Sempre lo stesso: la registrazione richiesta per accedere a qualsiasi piattaforma dà il diritto di seguire un pacchetto di videolezioni, consultare testi e svolgere delle esercitazioni che fungono da assignment soggetto poi a verifica, in alcuni casi, o sono occasione di libero approfondimento e momento di verifica senza fissa data di consegna, in altri casi.

Spiati dalla webcam del proprio pc: si chiama "ratting"
Spiati dalla webcam del proprio pc: si chiama "ratting"
Mercato PC, le vendite continuano a peggiorare
Mercato PC, le vendite continuano a peggiorare
Le stampanti 3D sono realtà e costano come un normale PC
Le stampanti 3D sono realtà e costano come un normale PC
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni