Sì, queste mucche indossano un visore per la realtà virtuale. Le immagini che in queste ore stanno facendo il giro del web arrivano da una regione russa, dove, stando a quanto riporta un comunicato del Ministero dell'agricoltura, si sta portando avanti un esperimento per valutare se dotare le mucche di realtà virtuale le rende meno soggette ad ansia e le predispone a produrre più latte. La notizia, quasi paradossale, indica che questi esperimenti vengono effettuati all'interno di una fattoria nei pressi di Mosca e sfruttano una versione adattata dei visori pensata per poter essere posizionata sul muso di una mucca.

Ma cosa vedono le mucche protagoniste dei test all'interno dei visori? Secondo il comunicato, una riproduzione in realtà virtuale di un prato estivo. Un approccio che, secondo il ministero russo, ha portato a una diminuzione dell'ansia e a un aumento del benessere generale degli animali. Di certo, però, la faccenda non è molto chiara, come hanno sottolineato diverte testate statunitensi. Non è impossibile che questo esperimento sia vero, d'altronde il settore dell'agricoltura ha sempre applicato la tecnologia per risolvere diverse problematiche e il tema della salute degli animali attraverso musica e massaggi non è di certo una novità. Ma la realtà virtuale?

Alcuni elementi dei test russi d'altronde non sono proprio solidi. Per esempio, l'esperimento non sarebbe stato portato avanti da un'università ma da Milknews.ru, una testata russa specializzata nell'industria del latte. La nota invita anche ad iscriversi al forum internazionale agro-industriale, fattore che potrebbe sottolineare come l'esperimento sia in realtà solo un modo per spostare l'attenzione su questa conferenza. Di certo, quindi, c'è solo un elemento: qualcuno si è preso la briga di adattare un visore per la realtà virtuale per il muso di una mucca.