Grazie al distanziamento sociale e alle norme igieniche adottate da milioni di persone in tutto il mondo l'offensiva del coronavirus sembra essersi fatta meno pericolosa, ma la pandemia non è terminata e occorre rimanere in guardia per scongiurare il rischio di una seconda ondata di contagi. Per questo motivo la NASA ha inventato uno strumento particolare: si chiama Pulse, ed è una collana che, vibrando, aiuta chi la indossa a resistere all'urgenza di toccarsi il volto con le mani — comportamento che aumenta il rischio di prendere o diffondere il coronavirus.

L'importanza di Pulse

Evitare di toccarsi il volto con le mani è uno dei modi più efficaci per proteggersi da Covid-19 o per impedire di diffonderlo: da una parte infatti toccandosi naso e bocca dopo aver toccato superfici contaminate da particelle di saliva altrui si rischia di favorire l'ingresso del coronavirus presso le proprie vie respiratorie; dall'altra parte se chi è positivo al virus si pulisce naso e bocca con le mani può contaminare le superfici toccate immediatamente dopo, e renderle pericolose per gli altri. Purtroppo però toccarsi il volto resta un comportamento istintivo, che la maggior parte delle persone compie inconsciamente per le motivazioni più disparate.

Spezzare l'automatismo

È qui che entra in gioco Pulse. La collana ideata dalla NASA rileva l'avvicinamento delle mani del proprietario al volto grazie a un sensore a infrarossi, ed emette una piccola vibrazione ogni volta che le mani stanno per toccare il viso. La collana insomma non può fisicamente impedire l'atto di toccarsi il volto, ma funziona come una sorta di notifica: anche quando una persona sta per toccarsi naso e bocca senza rendersene conto, Pulse tenta insomma di spezzare l'automatismo. A quel punto, sta al proprietario decidere come comportarsi.

Il costo: meno di 5 euro

Dal momento che Pulse serve a uno scopo tanto importante, per progettare la collana gli ingegneri della NASA hanno utilizzato i materiali più facili ed economici possibili da reperire. Pulse infatti non è in vendita, ma viene proposta sotto forma di progetto fai da te, da visionare o scaricare gratuitamente online per essere seguito passo passo da chi desidera realizzare uno di questi accessori.

Per costruire Pulse bastano dunque semplici oggetti reperibili al ferramenta oppure online per pochi centesimi di euro, come cavetti elettrici, un sensore a infrarossi, una batteria a bottone, una saldatrice e poco altro. L'unica componente personalizzata del dispositivo è la custodia in plastica trasparente da stampare in 3D — che può essere fatta realizzare da speciali laboratori anche in Italia a costi irrisori.