2.800 CONDIVISIONI
Coronavirus
29 Dicembre 2020
17:06

Questo sistema permette a chi ha fatto il vaccino anti Covid di mostrare la prova sul telefono

Il sistema sta debuttando negli Stati Uniti in questi giorni ed è pensato per visualizzare sul telefono dei cittadini la prova dell’avvenuta vaccinazione, esattamente come possono essere esibite carte di imbarco e altri documenti all’interno di portafogli digitali come Apple Wallet e Google Pay.
A cura di Lorenzo Longhitano
2.800 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

In tutto il mondo si sta iniziando a discutere di come e con queli tempistiche i vaccini contro Covid-19 permetteranno alle popolazioni dei Paesi colpiti di ritornare gradualmente a una parvenza di quotidianità. I governi non sono generalmente intenzionati a rilasciare patentini di immunità che garantiscano ai cittadini vaccinati maggiori diritti rispetto a chi non ha ancora goduto del trattamento — soprattutto in questa fase in cui la disponibilità dei preparati è limitata; negli Stati Uniti però una startup ha già pronta un'app che consente di visualizzare proprio una tipologia di documento di questo tipo direttamente sullo schermo del telefono, all'interno di app come Apple Wallet e Google Pay.

Il gruppo si chiama Healthvana, opera ormai da tempo nel territorio della sanità digitale e ha stretto una partnership con le autorità sanitarie della contea di Los Angeles, su un sistema di certificazione digitale che verrà rilasciato sugli smartphone di chi riceverà la prima dose di vaccino. La soluzione inserirà un documento all'interno dei portafogli virtuali degli smartphone iOS e Android che inizialmente servirà soltanto a ricordare ai cittadini per quando è previsto l'appuntamento per la somministrazione della seconda dose del vaccino. Secondo quanto riferito dall'amministratore delegato del gruppo a Bloomberg, il sistema può però fare anche di più, ovvero rilasciare ricevute che poi possono essere utilizzate per dimostrare di essere stati vaccinati a "compagnie aeree, scuole o chiunque ne abbia bisogno".

I riferimenti scelti non sono casuali. Da una parte infatti è vero che i governi non si stanno mostrando particolarmente entusiasti all'idea di limitare le libertà di movimento dei cittadini sulla base di un vaccino che non è ancora accessibile a tutti. D'altro canto sono numerose le realtà commerciali e non solo che in tutto il mondo spingono per l'adozione di soluzioni simili con lo scopo di poter riaprire le proprie attività in sicurezza — e tra queste realtà in primo pian spiccano proprio le compagnie aeree. Healthvana — riporta Bloomberg — dal canto suo sta già lavorando con aziende, università, scuole e altri luoghi di ritrovo per convincerli ad accettare la loro soluzione come sistema di riconoscimento valido per i già vaccinati.

2.800 CONDIVISIONI
27471 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni