Fin dalla loro nascita le piattaforme di condivisione di contenuti multimediali come Instagram e TikTok sono state utilizzate dai più creativi per raccontare delle vere e proprie storie ben strutturate: da racconti testuali che arricchiscono le immagini pubblicate a serie di video collegate tra loro, fino ad arrivare a narrazioni più complesse che si estendono oltre i confini di una singola piattaforma, o che intrecciano tra loro più contenuti in una trama fitta che si dipana nel corso del tempo di pubblicazione di questi ultimi.

I racconti dell'orrore sono un esempio particolarmente valido di questa tendenza, perché per loro natura richiedono di mantenere alti l'attenzione, la curiosità e il senso di angoscia degli spettatori, disseminando all'interno dell'intreccio colpi di scena e un senso di inquietudine crescente. Ecco dunque in tempo per halloween due delle storie dell'orrore più seguite all'interno delle rispettive piattaforme.

Arcana, il gioco dell'orrore su Instagram

Più che un racconto, Arcana è un alternate reality game, ovvero una narrazione interattiva; pur svolgendosi su Instagram, il racconto rimanda ad elementi, eventi e indizi nel mondo reale e virtuale che gli spettatori e giocatori dovranno prendere inconsiderazione per avere un'idea di ciò che sta succedendo alla protagonista e della storia che la coinvolge. Nato a maggio del 2020 — in piena quarantena — l'horror si è sviluppato nel corso delle settimane successive tenendo con il fiato sospeso i giocatori che hanno seguito gli aggiornamenti della protagonista Jade.

A post shared by Jade (@jadesintown) on

Il fulcro della storia è infatti l'account di Jade, nel quale la giovane — interpretata dall'attrice Nerea Duhart — ha appena iniziato a raccontare della sua nuova vita, quando si è trovata tormentata da incubi e altri eventi descritti tra un post e un altro. Seguire la storia parallelamente al suo svolgersi fa sicuramente un altro effetto, ma l'intreccio di Arcana è talmente ben strutturato da poter essere seguito anche a mesi di distanza: basta seguire i post di Jade a partire dal primo in ordine cronologico (ovvero scorrendo fino in fondo al suo feed).

Where is Everybody? Isolati su TikTok

Una delle storie horror più convincenti su TikTok si chiama Where is Everybody, e si svolge all'interno del canale di un giovane svegliatosi improvvisamente in un mondo del tutto spopolato. Nei dintorni non c'è più anima viva, e nei video che si sono susseguiti fin dal 2019 il protagonista lotta contro la solitudine, la fame e una presenza non meglio identificabile che ne minaccia la vita. La storia non è la più originale mai scritta, ma le peculiarità della piattaforma di condivisione sono sfruttate in modo intelligente, e a fare da sfondo ai video ci sono ambientazioni del tutto desolate come centri commerciali e aeroporti.

 

Con il proseguire della narrazione, questo mix del tutto particolare è valso all'autore l'iscrizione al suo canale da parte di centinaia di migliaia di follower. Dopo mesi di attività l'account ha interrotto gli aggiornamenti nel mese di agosto, ma la storia non è conclusa e halloween è dietro l'angolo: l'autore potrebbe concludere il racconto proprio in questi giorni.