Opinioni
13 Aprile 2018
17:29

Questo dispositivo consente di sbloccare ogni iPhone (ed è in mano alla polizia)

Per anni le autorità hanno cercato un metodo per accedere agli ormai sicuri smartphone, che, soprattutto nel caso degli iPhone, risultano essere completamente inespugnabili se non si conoscono i dati d’accesso. Una misteriosa startup americana chiamata Grayshift avrebbe però messo a punto un dispositivo in grado di sbloccarli.
A cura di Marco Paretti

Per anni le autorità hanno cercato un metodo per accedere agli ormai sicuri smartphone, che, soprattutto nel caso degli iPhone, risultano essere completamente inespugnabili se non si conoscono i dati d’accesso e, quindi, le password impostate dal proprietario. Almeno fino ad ora, perché una misteriosa startup americana chiamata Grayshift avrebbe messo a punto un dispositivo in grado di sbloccare gli iPhone, mettendolo poi in vendita alle forze di polizia. Si chiama GrayKey ed è una “scatola” in grado di penetrare anche gli iPhone più sicuri, compreso l’ultimo modello di iPhone X e diversi iPad.

Secondo la startup, il dispositivo è in grado di accedere agli iPhone dal 6 all’X e a diversi iPad, purché sia installato iOS 10 o 11; il supporto per iOS 9 dovrebbe arrivare entro i prossimi mesi. Le forze di polizia possono acquistare questo device in due versioni: una da 15.000 dollari che richiede una connessione ad internet e ha un massimo di 300 utilizzi e una da 30.000 dollari in grado di funzionare offline e che offre sblocchi illlimitati. Stando alle notizie diffuse finora, ad acquistare il dispositivo per il momento sarebbero state la Maryland State Police e l’Indiana State Police, mentre la Miami-Dave County Police starebbe programmando di acquistarlo.

Per quanto riguarda le agenzie governative, secondo le indiscrezioni i servizi segreti americani vorrebbero acquistarne mezza dozzina, mentre il Dipartimento di stato si sarebbe già procurato alcuni di questi dispositivi. Anche la Drug Enforcement Agency sarebbe interessata. Il funzionamento è semplice: si connette l’iPhone al dispositivo e si avvia la procedura, che può richiedere dalle due ore a più di tre giorni a seconda della lunghezza del codice. Una volta individuato, il codice viene mostrato sullo schermo e i dati contenuti nell’iPhone vengono scaricati nella memoria di GrayKey. Ovviamente questo dispositivo potrà continuare a funzionare fino a quando Apple non correggerà le falle che consentono questo sblocco.

Il Face ID non funziona sempre? Ecco come sbloccare iPhone X più velocemente
Il Face ID non funziona sempre? Ecco come sbloccare iPhone X più velocemente
49.974 di Tecnologia Fanpage
iPhone rallentati, Apple si scusa e offre uno sconto: "Non accorciamo la vita dei dispositivi"
iPhone rallentati, Apple si scusa e offre uno sconto: "Non accorciamo la vita dei dispositivi"
Con iOS 11.4 Apple "blinda" la porta Lightning (contro la polizia)
Con iOS 11.4 Apple "blinda" la porta Lightning (contro la polizia)
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni