Nel mondo degli appassionati di computer non manca chi è pronto a tutto pur di personalizzare il proprio PC e renderlo diverso dagli altri in circolazione. Uno degli esperimenti più bizzarri della categoria però risale a pochi giorni fa, ed è un PC che anziché vantare luci stroboscopiche o componenti interne modificate per garantire prestazioni da urlo è semplicemente fatto di pastasciutta, e per la precisione di lasagne e rigatoni. L'autore del dispositivo è l'ancora sconosciuto YouTuber canadese Micah Lapplante, che ha documentato il processo di assemblaggio del PC in una clip sulla quale poi sono stati accesi i riflettori dal sito web Motherboard.

I chip, i connettori e tutte le componenti di alta tecnologia che normalmente fanno funzionare un dispositivo del genere sono stati recuperati da altri prodotti, mentre l'impiego della pasta è limitato a quella che in un prodotto normale si potrebbe definire la scocca. Il materiale di partenza utilizzato per l'esperimento arriva infatti da un vecchio convertibile Asus Transformer, privato ovviamente del display; lasagne e rigatoni sono dunque stati utilizzati per proteggere la scheda madre e le rimanenti parti più delicate del sistema, e sono tenuti insieme da più strati di colla a caldo dipinta poi di rosso per assomigliare il più possibile a sugo e formaggio fuso.

Il risultato somiglia a una infornata di pasta al forno non particolarmente appetitosa, ma che all'interno nasconde un PC funzionante. Certo, le prestazioni non sono eccezionali: il prodotto di partenza oggi si può considerare tranquillamente obsoleto e fatica a caricare anche le app meno impegnative sul mercato; inoltre mettere troppo sotto stress il processore potrebbe portare a un surriscaldamento rapido del sistema, dal momento che la scocca di pastasciutta non è stata studiata così accuratamente per la dispersione del calore; come media center da collegare a un TV però il gadget fa comunque il suo lavoro.