6.976 CONDIVISIONI
30 Dicembre 2020
09:45

Regali doppi e indesiderati, quest’anno con eBay venderli è ancora più conveniente

L’attesa per poter finalmente scartare i regali di Natale a volte si trasforma in delusione: a chi non è mai capitato di trovare in pacchi e pacchetti doni doppi o completamente sbagliati? La soluzione è il “riciclo”: si possono tenere da parte e regalarli ad altri l’anno prossimo, ma venderli online, monetizzare e con il ricavato comprarsi ciò che si vuole è senza dubbio molto meglio.
Immagine
A cura di Ciaopeople Studios
6.976 CONDIVISIONI

Hai atteso trepidante il giorno di Natale per poter finalmente scartare i regali e scoprire che cosa hanno deciso di donarti gli amici, i parenti, i cugini, i colleghi. E così la mattina del giorno più bello dell’anno non hai perso un minuto: un “buon Natale” ai familiari, un sorrisone, e poi via a rovistare sotto l’albero alla ricerca delle strenne con sopra il tuo nome. Che tu abbia 15, 40 o 90 anni non importa: l’emozione di strappare carta, nastri e nastrini e scoprire che cosa c’è dentro quei deliziosi pacchettini è la stessa a ogni età, a ogni latitudine, in ogni epoca.

Quel che è diversa è, a volte, l’espressione che si dipinge sul volto una volta portata alla luce la sorpresa: bellissima quella maglia, peccato che sia della squadra di calcio sbagliata. Fantastici quei calzettoni a prova di Polo Nord, se non fosse che te ne hanno regalati 5 paia perché tutti hanno avuto la stessa idea. Incredibile quella borsa in finto coccodrillo: se solo fossimo ancora nel ’78 sarebbe pure di moda. E che dire di quel maglione? Bello è bello, ma in una taglia 4XL ci state dentro comodi tu e tutta la famiglia insieme.

Insomma, da “che bello, è passato Babbo Natale” a “Babbo Natale ha bisogno di un paio di occhiali” il passo, a volte, è molto breve. Ma per non permettere alla delusione per aver ricevuto il classico regalo sbagliato (o il regalo giusto, ma doppio se non triplo), c’è una soluzione che funziona sempre: il “regifting”, termine inglese che fa molto cool ma che anche in Italia è apprezzato da sempre. Perché non è altro che il “riciclo” del regalo. Ma se una volta ci si accontentava di metterlo in un armadio (o in un cassetto) per riciclarlo l’anno successivo regalandolo a qualcun altro, ora il procedimento è molto più semplice e veloce e dà maggiore soddisfazione: perché venduti sul marketplace di eBay (dove ci sono 180 milioni di potenziali acquirenti in tutto il mondo che potrebbero essere interessati a quell'oggetto), i regali che per qualunque motivo non sono stati graditi diventano fonte di guadagno, e il denaro ottenuto può essere sempre “investito” per regalarsi ciò che si desiderava davvero ma che non si è trovato sotto l’albero. Aiutando non solo se stessi a essere più felici, ma dando anche una mano a sviluppare l’economia circolare (ciò che io non voglio a te può essere utile) e aumentando la sostenibilità del settore, con il riutilizzo di un oggetto che altrimenti rischiava di finire nella spazzatura.
E se il regalo invece è stato “indovinato” e lo hai gradito puoi comunque sviluppare economia circolare grazie ad eBay. Ad esempio puoi vendere la tua vecchia console o il tuo vecchio smartphone dopo aver ricevuto per Natale il nuovo modello che desideravi tanto ed evitare così che i vecchi oggetti restino chiusi in un cassetto per sempre.

E in quest’anno così particolare, eBay ha deciso di sostenere ancor più del solito la pratica del “regifting” con una speciale promozione (alla quale può aderire chiunque, anche chi non ha un account eBay) che consente, dal 25 dicembre al 4 gennaio, di mettere in vendita i regali doppi e indesiderati con una commissione ridottissima: solo un euro invece del 10% del prezzo di vendita normalmente richiesto, e solo se l’oggetto viene effettivamente venduto. Cercare di disfarsene e pubblicare l’annuncio su eBay, insomma, non costa assolutamente nulla, e si paga la commissione solo se, grazie al marketplace del colosso dell’eCommerce, si trova effettivamente un compratore.

Tra i regali che, storicamente, hanno maggior probabilità di essere rivenduti ci sono capi d’abbigliamento maschile (sneaker, magliette, camicie, cappotti, portafogli e capi sportivi) e femminile (sciarpe, cinture, portafogli, borse, scarpe e abiti); orologi e gioielli, prodotti di bellezza (profumi e set di creme per viso, capelli e corpo), smartphone (in questo caso non è raro che chi riceve un nuovo smartphone a Natale venda quello vecchio su eBay), videogiochi, console (anche  in questo caso, spesso viene venduto il modello vecchio dopo aver ricevuto quello nuovo), piccoli elettrodomestici, libri e musica. Ma qualsiasi oggetto, anche il più strano o quello che consideriamo il più brutto regalo mai ricevuto, per uno dei 180 milioni di utenti di eBay nel mondo potrebbe essere l’acquisto perfetto: accade spessissimo.

E se il problema è pensare alla spedizione, anche in questo caso eBay garantisce la propria assistenza attraverso il Gestore delle spedizioni, con il quale la piattaforma guida passo dopo passo il venditore in tutte le fasi necessarie per l’invio dell’oggetto all’acquirente: con consigli su come imballare correttamente l’oggetto venduto, con la possibilità di scegliere il servizio di spedizione più conveniente grazie alle convenzioni con i corrieri, stampando direttamente l’etichetta con tutte le informazioni richieste, e richiedendo un ritiro a domicilio senza nemmeno bisogno di uscire di casa per spedire il pacco. Quest’anno, insomma, mettere in vendita i regali di Natale doppi o indesiderati non è mai stato così semplice e così conveniente.

Questo è un contenuto pubblicitario a cura di Ciaopeople Studios, realizzato in linea con le necessità del brand
6.976 CONDIVISIONI
 
Moda, è quasi ora di saldi: ecco quali sono i trend dell’estate 2021
Moda, è quasi ora di saldi: ecco quali sono i trend dell’estate 2021
Estate in città o in villeggiatura? Per tutti, ecco le tendenze fashion
Estate in città o in villeggiatura? Per tutti, ecco le tendenze fashion
È tempo di vacanze: prima di partire, attenzione al check-up dell’auto
È tempo di vacanze: prima di partire, attenzione al check-up dell’auto
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni