Riccio, illustratore e Re dei tutorial: dalle sue prime vignette manga su YouTube al successo che l'ha aiutato ad aprire la sua azienda di video in animazione, infografiche e grafiche 2D. Ospite della redazione milanese di Fanpage.it, lo youtuber RichardHTT, all'anagrafe Riccardo Accattatis, si è raccontato  svelando alcune curiosità del suo cammino verso il successo tra il canale YouTube, i suoi disegni, i tutorial e alcune curiosità che l'hanno poi portato ad iniziare la sua carriera di creativo. "Ho iniziato facendo tutorial di disegno, non avevo nessuna aspettativa, il mio primo video si chiamava "(per piacere guardatelo) alcuni miei disegni manga".

RichardHTT: come ha iniziato la scalata al successo

La carriera di RichardHTT è focalizzata su uno dei suoi più grandi talenti: il disegno. "La presa di coscienza del fatto che quello che stavo facendo poteva magari essere qualcosa di importante" – spiega – "è arrivata quando facevo il liceo artistico e mi ha contattato MTV per un programma, MTV News, chiedendomi se potessero seguirmi durante la mia giornata a scuola e a casa. Ero contentissimo, ero gasato, ho detto: Oh mio Dio, MTV viene qua. Successivamente mi sono trasferito a Milano assieme ad altri miei tre colleghi, che sono stati anche miei coinquilini per due anni. Nel momento in cui mi sono trasferito" – continua Riccardo – "ho iniziato a vedere i trend, a vedere quanti video pubblicare, creando un ambiente un po' malsano dove sostanzialmente facevo video per racimolare più soldi possibili per pagare le mie spese. Da lì ho imparato molto, cioè come non fare video".

RichardHTT: "Il sostegno di mio padre è stato fondamentale"

Ma, soprattutto quando si è giovani nel mondo (forse) poco conosciuto nel quale si era inserito RichardHTT, per un creativo è fondamentale avere il sostegno da parte di qualcuno. E questo qualcuno, per Riccardo, è rappresentato dal padre. "Mio padre mi ha sempre sostenuto" – ha raccontato Riccardo – "sin dalla prima spesa, la primissima videocamera da 100 euro, sia quando ho chiesto di poter avere un computer più potente per realizzare i miei video, perché prima ne avevo uno in con cui facevo solo un lavoro di tagli e poi dovevo aspettare tutta la notte per poter vedere il risultato esportato".

RichardHTT: "Non campiamo solo di YouTube, abbiamo altre attività"

E mentre raccontava la storia della sua carriera, Riccardo ha voluto mettere bene in chiaro una cosa molto importante per lui: "Una cosa che mi trovo spesso a precisare è che noi non campiamo di YouTube" – ha detto – "abbiamo una nostra società con la quale realizziamo anche altri video all'infuori di YouTube. Video in animazione, infografiche, grafiche in 2D, in più abbiamo i fumetti, vari progetti, cerchiamo i realizzare tutto quel che abbiamo nella testa. Spesso quando ci presentiamo ai genitori che non sanno effettivamente cosa sia lo YouTuber, gli viene sempre in mente questa figura del ragazzino che, davanti alla webcam, urla e gioca".

RichardHTT: "Instagram è una piattaforma troppo bella per essere vera"

Tra le piattaforme social più apprezzate dal giovane creativo, spicca sicuramente Instagram: "Lavorando sul web, abbiamo tutti i canali social possibili" – ha raccontato Riccardo – "ma Instagram è davvero un'ottima piattaforma, anzi, troppo bella per essere vera" e nel mio caso è una piattaforma molto preziosa, non soltanto per me che faccio disegno e per persone come me che trattano di disegno e illustrazione, ma anche per i fotografi. Mi dedico molto alla creazione di contenuti su Instagram, perché vorrei trovare il modo per propormi lavorativamente parlando da quel punto di vista".

RichardHTT: "La cosa più importante è pensare al perché si vuole creare un canale YouTube"

Infine, Riccardo vuole dare un consiglio a tutte le persone che vorrebbero intraprendere una carriera su YouTube: "Una delle cose più importanti è non pensare solo al fatto di voler creare un canale su YouTube, ma al perché. Quindi qual'è quella passione, quel qualcosa che si vorrebbe tantissimo portare avanti e cercare di creare il proprio canale per mostrare ad un ipotetico pubblico le proprie capacità".