Gli anni in cui Apple accusava apertamente Samsung di aver copiato iPhone in svariati suoi aspetti per la produzione degli smartphone Galaxy S ormai sono fortunatamente alle spalle da tempo, eppure tra le due aziende (nonostante i coreani continuino a essere fornitori abituali della casa di Cupertino) di quando in quando si riaccendono rivalità e incomprensioni. L'ultima scintilla di antagonismo tra le due aziende potrebbe essere scoccata in questi giorni al CES di Las Vegas, quando nel corso di una conferenza stampa Samsung ha mostrato tra i suoi prodotti dedicati al riconoscimento biometrico un'icona che gli utenti Apple conoscono bene: quella del riconoscimento facciale Face ID, riproposta quasi pixel per pixel in una slide del gruppo orientale.

Il contesto è quello della più importante fiera di elettronica dell'anno, durante la quale tutte le più grandi aziende annunciano al mondo i propri progressi nei rispettivi ambiti di competenza. Nello specifico sul palco al momento fatidico c'era il numero uno della divisione consumer di Samsung, H.S. Kim ad elencare le iniziative presenti e future messe in campo dalla società nel campo della cybersicurezza, con riferimento particolare a Samsung Pass: un servizio della società che gestisce l'identità di una persona e le relative password utilizzando come fattori di identificazione diversi tipi di dati biometrici.

Grazie alla piattaforma Samsung Pass i dispositivi del gruppo possono autenticare l'utente a siti web e servizi che richiedono nome utente e password in modo automatico e senza bisogno che questi immettano alcuna credenziale; per la gestione bastano elementi scansionati dai sensori presenti a bordo dei gadget come l'impronta digitale, l'iride, o i tratti del volto. È proprio in riferimento a questo aspetto di Samsung Pass che qualcuno nell'azienda deve aver preso ispirazione dalla fonte sbagliata: nella slide che descrive questo approccio alla biometria, l'icona utilizzata per rappresentare il riconoscimento facciale è risultata praticamente identica a quella impiegata ormai da anni da Apple per Face ID.

Le differenze tra i due simboli sono minime: l'icona realizzata dai grafici Samsung vanta linee leggermente più spesse e arrotondate, probabilmente per adeguarsi alle altre icone utilizzate nella stessa slide della presentazione in corso, ma è inequivocabilmente simile all'icona del sistema made in Cupertino. Si tratta con tutta probabilità di una svista, dal momento che il riconoscimento facciale di Samsung ha già una propria icona sugli smartphone e i tablet del gruppo; i più critici nei confronti della società stanno però già facendo notare online senza troppi sconti.