Opinioni
6 Ottobre 2014
14:21

Samsung, l’azienda investe 15 miliardi di dollari nella costruzione di uno stabilimento di chip

L’ultimo trimestre ha visto una diminuzione del 47% dell’utile e del 15% delle vendite, il dato peggiore dal 2009 ad oggi. Per garantirsi un futuro, Samsung investirà 15 miliardi di dollari nella costruzione di uno stabilimento di semiconduttori, da sempre il business principale dell’azienda.
A cura di Marco Paretti
Samsung 15 miliardi chip

Samsung corre ai ripari e, in risposta al calo delle vendite dei suoi device, programma un investimento di 15 miliardi di dollari per la costruzione di uno stabilimento di chip nella Corea del Sud, a pochi passi da Seul. La costruzione dell'impianto nella provincia di Gyeonggi avrà inizio nel corso dei primi mesi del prossimo anno, mentre le prime produzioni di chip avverranno nel 2017.
Samsung passerà alla produzione di processori più potenti e complicati, pensati soprattutto per i nuovi device come smartwatch, automobili intelligenti e case automatizzate. Quella di investire nella costruzione di nuovi chip è una mossa quasi obbligata per Samsung, visto che nell'ultimo trimestre ha perso terreno nei confronti di Apple, la quale con iPhone 6 ha presentato uno smartphone dallo schermo più grande, e Xiaomi, che sta ampliando il proprio mercato di device low cost.

"I semiconduttori sono da tempo il business principale di Samsung, ancor di più ora che l'azienda non può più aspettarsi una grande crescita nel campo degli smartphone" ha affermato Lee Min Hee, analista di una società di Seul "L'azienda sta effettuando grandi investimenti per il futuro, visto che il settore mobile non gli garantirà più un grande profitto come in passato".
Secondo Bloomberg, nel corso dell'ultimo trimestre Samsung ha visto un calo del 45% dell'utile e una diminuzione del 15% nelle vendite, i dati peggiori dal 2009 ad oggi. Per quanto riguarda i semiconduttori, invece, il profitto nell'ultimo quarto è stato di circa 2.14 miliardi di dollari, un risultato ottenuto grazie anche alla partnership di fornitura con Apple, la quale utilizza proprio i chip di Samsung all'interno dei nuovi iPhone.

Oggi sono inoltre trapelate alcune informazioni sullo smartphone low cost di Samsung, il Galaxy Core Prime. Secondo le prime indiscrezioni, il device avrà un costo di 110€, monterà un processore quad-core da 1.3GHz accompagnato da 1Gb di RAM e sarà dotato di uno schermo da 4.5 pollici.
Il Galaxy Core Prime sarà mosso da Android KitKat 4.4 e andrà ad inserirsi in una fascia di mercato, quella degli smartphone di fascia bassa, sempre più in espansione, già popolata dai vari Motorola Moto E, lo Xiaomi Redmi 1S, i Device con Android One e i Lumia 530 e 525.

Giornalista dal 2002 specializzato in nuove tecnologie, intrattenimento digitale e social media, con esperienze nella cronaca, nella produzione cinematografica e nella conduzione radiofonica. Caposervizio Innovazione di Fanpage.it.
Samsung: -60% nell'ultimo trimestre, calano le vendite dei Galaxy
Samsung: -60% nell'ultimo trimestre, calano le vendite dei Galaxy
iPhone 6S, la produzione dei chip A9 affidata a Samsung
iPhone 6S, la produzione dei chip A9 affidata a Samsung
Rete internet orbitale: Google investirà un miliardo di dollari nel progetto di SpaceX
Rete internet orbitale: Google investirà un miliardo di dollari nel progetto di SpaceX
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni