Un ingegnere informatico – Burr Settles – avrebbe trovato l'equazione matematica che risolverebbe la questio circa la differenza tra geek e nerd che da anni si dibatte. Sono stati studiati 2,6 milioni di tweet e le parole in essi contenute. Comparando i campioni rispondenti alla query "geek" o "nerd", Settles ha individuato un'equazione per calcolare la probabilità che una parola specifica finisca in un tweet appartenente al campione geek o a quello nerd. Collocando i risultati – le parole – su un grafico a due assi cartesiani – dove nerd rappresenta l'ascissa e geek l'ordinata – più le parole si collocano a destra del grafico ed in basso più sono indice di un profilo nerd, più si collocano, invece, a sinistra e in alto più sono indice di un profilo geek.

"Cultura" e "trendy" sono risultate essere parole associate ad un profilo geek; "neuroscienze" e "giocatore" sono risultate essere associate, invece, più a d un profilo nerd. Lo studioso ha affermato che secondo la sua visione dei risultati, le geek-words sono più associate agli oggetti, mentre le nerd-words sono più associate ad i pensieri e le idee. Questo perché i geek sono dei fan e normalmente i fan collezionano oggetti, mentre i nerd sono dei praticoni – smanettoni, protremmo dire – e questi si interessano allo sviluppo di idee.

Mentre i geek sono risultati – come era prevedibile – più legati a brand come Apple e tecnologie come Linux, i nerd sono risultati legati a giochi vintage come gli scacchi o derivati dalla cultura giapponese, come il sudoko. I primi sono gli amanti del tech, i secondi gli intellettuali del caso. Non a caso la parola "intellettuale" è associata al nerd, mentre quella "intelligenza" è associata al geek. Inoltre, se i libri sono nerd, gli ebook sono geek.

I risultati dello studio condotto tra il dicembre 2012 e il gennaio 2013 (limitati quindi) sono disponibili nel blog del ricercatore. Intanto il grafico in basso mostra il grafico derivato da Settles.