)

Girare per una città straniera, camminare a lungo e sentire all'improvviso un dolore sul basso ventre che immobilizza e taglia il respiro. Il mal di pancia che ci coglie impreparati in un luogo pubblico, lasciandoci doloranti e disorientati, è un'esperienza che hanno vissuto un po' tutti e che in questo momento starà portando milioni di persone a cercare un bar nelle immediate vicinanze. Ma il problema dei bar non sfugge a nessuno: in media sono incredibilmente sporchi e la percentuale di quelli guasti e inagibili è elevata in maniera quanto meno sospettabile. E' sulla scorta di questa esperienza comune che ComboCut, videoagency con sede a Milano, ha fatto conoscere l'applicazione "Air WnC", che si baserebbe sul rapporto diretto tra chi offre un servizio e chi ne è utente.

Grazie alla geolocalizzazione del proprio smartphone, questo semplice software potrebbe segnalare una o più soluzioni in case private collocate nei dintorni. Il proprietario del wc verrebbe pagato in loco 4 euro ogni 15 minuti. Il nome dell'app deriva da "Air B&B", che segnala i Bed & Breakfast nelle vicinanze. Come si usa fare per i servizi turistici, anche per Air WnC sarebbe disponibile un sistema di recensioni in cui l'utente potrà dare il riscontro della propria esperienza a tutta la comunità di iscritti e avvalorare o meno la descrizione del servizio. Il proprietario, infatti, fotografa e descrive il proprio bagno, inserendo nella pagina dedicata tutti i dettagli che ritiene rilevanti.

Potrebbe servire a tutti, ma al momento non può essere usata da nessuno. Quest'app, infatti, è un'idea simpatica ideata dai creativi di ComboCut e che, oltre a restituire all'agenzia molta visibilità soprattutto attraverso Youtube, potrebbe diventare a tutti gli effetti uno spunto valido per un progetto imprenditoriale. L'idea c'è, l'utenza potenziale anche. Quanto al bisogno che ogni business deve intercettare, quello di Air WnC batte tutti. Il bisogno alla base di quest'app è fisiologico.