L'iPhone X è finalmente arrivato nelle mani di tutti gli appassionati della mela che a partire dallo scorso 3 novembre hanno potuto provare tutte le sue funzionalità, compresa la nuova fotocamera frontale. Un aggiornamento che di fatto va a migliorare il comparto fotografico dedicato ai selfie, ma che sta facendo sentire a disagio gli utenti. Il motivo? La fotocamera frontale è talmente buona da produrre immagini definite e ricche di dettagli, elemento che ovviamente evidenzia ogni eventuale imperfezione della pelle. E gli utenti non l'hanno presa bene.

La nuova camera frontale si avvale di diverse tecnologie per il riconoscimento facciale. La TrueDepth camera utilizza un sensore da 7 megapixel e un piccolo proiettore ad infrarossi per analizzare in tre dimensioni il volto dell'utilizzatore. È senza dubbio tra le migliori fotocamere frontali in circolazione e, pare, forse anche un po' troppo performante. Non tutti, infatti, sembra che siano a loro agio ad osservare il loro volto con così tanti dettagli. Così Twitter è stato letteralmente sommerso da utenti impressionati dalle capacità della nuova camera, ma anche spaventati dai loro selfie.

"La camera dell'iPhone X mi fa sentire a disagio" scrive un utente sul social network."Non so se voglio vedere me stessa o qualcun altro con quel livello di dettaglio". Già, perché la camera frontale dell'iPhone X è in effetti estremamente definita e in grado di mettere in mostra ogni imperfezione. "La camera è troppo performante, chiunque vedrebbe la mia pelle secca e le borse sotto gli occhi in alta qualità" scrive un utilizzatore. "Mi fa diventare 100 volte più brutto" rincara un altro utente. C'è ovviamente un motivo se la TrueDepth camera è così efficiente: la tecnologia di riconoscimento facciale Face ID si basa su quella per riconoscere il volto dell'utilizzatore e sbloccare l'iPhone. Insomma, dovremo vivere con i selfie in alta risoluzione. E i nostri volti, quelli veri.