Basta guardare il grafico relativo all'andamento in borsa di Snap, l'azienda che possiede Snapchat, per capire in che situazione disastrosa si trovasse l'applicazione che un tempo puntava a spodestare Facebook. Un grafico di crollo inesorabile decisamente poco entusiasmante per utenti e investitori. Per questo la notizia dell'ultima trimestrale ha stupito tutti: Snap è riuscita non solo ad aumentare il numero di utenti di circa 8,9 milioni (ora sono 187 milioni), ma ha anche raccolto guadagni pari a 285,7 milioni di dollari, un incremento del 72 percento rispetto lo scorso anno.

Snap ha quindi per la prima volta battuto le stime sulla trimestrale da quando è sbarcata in borsa nella primavera del 2017. Il redesign dell'applicazione, annunciato a novembre e tuttora in fase di rilascio, sembra aver portato i suoi frutti convincendo più utenti ad utilizzare l'applicazione di condivisione caratterizzata dal fantasmino. Ma sopratutto facendo uscire Snapchat da una situazione drammatica nella quale era finita anche a causa dell'arrivo delle storie in tutti i prodotti di Facebook, soprattutto su Instagram dove sono riuscite a conquistare milioni di utenti in tutto il mondo.

La notizia ha fatto balzare il titolo di Snap in borsa, che nelle ultime ore è esploso con un rialzo del 25 percento. La trimestrale conclusa con 285,7 milioni di dollari in ricavi e 350 milioni di perdite ha battuto le stime che suggerivano guadagni pari a 255 milioni e perdite da 405 milioni di dollari. "Il redesign ha reso la nostra applicazione più semplice e facile da usare, soprattutto per i vecchi utenti" ha spiegato il CEO Evan Spiegel in una lettera agli investitori". Pensiamo che Snapchat non debba essere confinata all'interno dell'applicazione, gli Snap degli utenti si meritano una distribuzione più ampia". Il riferimento è alle indiscrezioni che vorrebbero l'arrivo di una funzionalità con la quale pubblicare i contenuti di Snapchat anche all'interno di altri social network.