Non si placa la febbre da Game of Thrones: l'ormai leggendaria serie TV iniziata nel 2011 è entrata nel suo capitolo finale il 14 aprile di quest'anno, con una ottava stagione destinata a chiudersi il 19 maggio negli Stati Uniti e il 27 maggio da noi. Nonostante gli anni che si porta sulle spalle (e nonostante le critiche sulla qualità della sceneggiatura) però l'opera non ha smesso di generare interesse, anzi: ultimamente la smania degli spettatori di conoscere l'evolversi delle vicende di Westeros ed Essos sta andando intensificandosi con l'avvicinarsi dell'ultimo episodio, e in queste ore ha catapultato orde di spettatori curiosi su Google a cercare anticipazioni sul quinto episodio — dal titolo originale The Bells — andato in onda negli USA soltanto ieri.

Spoiler quinto episodio di Game of Thrones: perché vengono cercati

Non è una novità che, a poche ore dalla data di messa in onda originale dell'episodio, in tutto il mondo si moltiplichino le ricerche relative alla trama. Da noi in effetti la serie viene trasmessa in simulcast — ovvero in contemporanea con gli Stati Uniti — e i più temerari possono seguirla in diretta sincronizzandosi con il fuso USA e rimanendo alzati fino a notte fonda per la visione. Questa fetta di pubblico resta però obbligata a vedere gli episodi in lingua originale e sottotitolati in italiano, così come chiunque decida di recuperare la visione nel corso dei giorni successivi: la versione doppiata in italiano va infatti in onda da noi solamente con una settimana di ritardo, lasciando chi non mastica l'inglese e non è interessato alla visione in lingua originale all'oscuro delle evoluzioni della trama per sette giorni. È questo il pubblico che con tutta probabilità — e senza curarsi troppo di rovinarsi eventuali colpi di scena — ha voluto informarsi su Google di ciò che è successo nel quinto episodio andato in onda poche ore fa.

Spoiler Game of Thrones: meglio dalla Rete che da amici e colleghi

Effettivamente i dati sugli ascolti fatti registrare dalla serie rivelano che il numero di spettatori italiani che guarda in diretta Game of Thrones in lingua originale supera quello di chi aspetta il lunedì successivo. Solo il primo episodio della stagione — Grande Inverno — ha dato risultati opposti, mentre per tutte le altre puntate sembra che la maggioranza dei fan non avesse già più nulla da scoprire ben prima della messa in onda doppiata nel nostro idioma. In uno scenario simile non sorprende dunque che gli spettatori della settimana dopo vogliano quantomeno mettersi in pari con i colleghi già al corrente degli utlimi gossip, anche a costo di rovinarsi la trama.