Opinioni
4 Aprile 2018
12:32

Spotify approda in borsa: vale 29,5 miliardi di dollari

Spotify è ufficialmente approdato in borsa al New York Stock Exchange, ottenendo subito un valore di 165,9 dollari per azione che ha portato la valutazione dell’azienda a 29,5 miliardi di dollari.
A cura di Marco Paretti

Un debutto positivo, con una piccola macchia durante la giornata. Spotify è ufficialmente approdato in borsa al New York Stock Exchange, ottenendo subito un valore di 165,9 dollari per azione che ha portato la valutazione dell'azienda a 29,5 miliardi di dollari, più alta di quanto previsto dagli analisti. L'ultima valutazione di Spotify era pari a 8,4 miliardi di dollari dopo aver raccolto 400 milioni di dollari in investimenti nel corso del 2015. La giornata di apertura, però, ha avuto anche un momento piuttosto imbarazzante: il NYSE ha appeso la bandiera svizzera fuori dal palazzo, ma Spotify ha sede in Svezia.

Confusioni a parte, Spotify può tirare un sospiro di sollievo per il suo futuro, per il momento assicurato da una quotazione decisamente positiva. Il servizio è attualmente attivo in 61 paesi e conta 159 milioni di utenti che utilizzano la versione gratuita e 70 milioni di utenti paganti. L'azienda è stata fondata nel 2006 da Martin Lorentzon e Daniel Ek, attuale CEO. Per il suo debutto in borsa, peraltro, Spotify ha scelto una strada particolarmente rischiosa, cioè quella della "non-IPO", ovvero della quotazione diretta. Solitamente utilizzata dalle realtà più piccole, la quotazione diretta consente di vendere le azioni direttamente al pubblico, senza passare per intermediari e senza il supporto delle banche.

"Spotify non è in cerca di capitali e i nostri azionisti e dipendenti sono stati liberi di vendere e acquistare azioni per anni" ha spiegato Ek in una nota. "Ci siamo messi su un palco più grande, ma questo non cambia ciò che siamo, di cosa ci occupiamo e come operiamo". Spotify è la più grande azienda ad entrare in borsa tramite quotazione diretta e la prima nel NYSE. I documenti depositati dall'azienda sottolineano inoltre il fatto che Spotify stia bruciando una enorme quantità di contanti: lo scorso anno i ricavi si sono assestati su quasi 5 miliardi di dollari, con perdite pari a circa 1,5 miliardi di dollari.

Giornalista dal 2002 specializzato in nuove tecnologie, intrattenimento digitale e social media, con esperienze nella cronaca, nella produzione cinematografica e nella conduzione radiofonica. Caposervizio Innovazione di Fanpage.it.
Spotify sbarca in Borsa con una IPO da 1 miliardo di dollari
Spotify sbarca in Borsa con una IPO da 1 miliardo di dollari
Elon Musk ha comprato Twitter, l’operazione vale 44 miliardi di dollari
Elon Musk ha comprato Twitter, l’operazione vale 44 miliardi di dollari
24 di Videonews
Netflix vale più di 100 miliardi di dollari: gli abbonati continuano a crescere
Netflix vale più di 100 miliardi di dollari: gli abbonati continuano a crescere
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni