Spotify sta testando una nuova funzione dell'app per consentire anche agli utenti della versione gratuita del servizio di saltare gli annunci pubblicitari quante volte vogliono. Attualmente la nuova possibilità è in fase di test in Australia, dove gli utenti possono appunto saltare gli annunci pubblicitari che non desiderano ascoltare. Se ad una prima occhiata questa scelta può sembrare controproducente per l'azienda, in realtà mette in campo un sistema che consente a Spotify di targhettizzare in maniera maggiormente precisa gli annunci futuri, profilando con più precisione gli utenti.

Come? Semplice: se un utente salta un annuncio significa che quella pubblicità non gli interessa, se invece lo ascolta probabilmente è attirato da quello che sta sentendo. Anche al netto delle persone che salteranno le pubblicità a priori, il sistema potrebbe portare a maggiori benefici dal punto di vista pubblicitario. Ovviamente chi pubblica le pubblicità non pagherà gli annunci che vengono saltati. Secondo i manager dell'azienda, questa nuova funzione rappresenta la versione pubblicitaria della Discover Weekly di Spotify, dove l'app propone ogni settimana nuove canzoni basate sui gusti degli utenti.

È un approccio comprensibile, ma che presuppone che gli utenti prendano in mano il telefono per saltare l'annuncio: a volte, se non si possiedono cuffie con i comandi sul cavo, è semplicemente più comodo attendere la fine dell'annuncio. In ogni caso la nuova funzione è attualmente in fase di test in Australia, ma il piano è quello di lanciarla in tutto il mondo nel corso dei prossimi mesi. Di certo un eventuale rilascio internazionale solleverebbe diversi dubbi in merito all'abbonamento premium, che di fatto offre l'eliminazione delle pubblicità e la possibilità di scaricare le canzoni. Senza la prima nella versione gratuita, quanti utenti continueranno a pagare 9,99 euro al mese?