Opinioni
19 Febbraio 2018
11:19

Stella del Cinema, cos’è e come funziona l’app che sta facendo impazzire il web

È diventata la moda degli ultimi giorni, proprio come lo era già stata quasi un anno fa. Già, perché dietro al fenomeno dei selfie in versione Stella del Cinema c’è sempre Faceapp, l’applicazione virale che lo scorso aprile aveva conquistato il web.
A cura di Marco Paretti

È diventata la moda degli ultimi giorni, proprio come lo era già stata quasi un anno fa. Già, perché dietro al fenomeno dei selfie in versione Stella del Cinema c'è sempre Faceapp, l'applicazione virale che lo scorso aprile aveva conquistato il web consentendo di modificare i volti in varie maniere, invecchiandoli, ringiovanendoli e persino facendoli sorridere. Ora sul web ha ripreso a girare una versione limitata del software e utilizzabile direttamente dal browser; in breve, questa variante consente di trasformare il nostro volto in quello di una star del cinema.

La versione dedicata ai selfie da vera star di Hollywood è stata proposta dal sito Nametest, dove si può trovare lo strumento con il quale modificare il proprio volto. Farlo è semplice ed è sufficiente un profilo Facebook. Una volta aperta la pagina dedicata, basta loggarsi con il proprio profilo Facebook e scegliere la propria foto del profilo o un'altra immagine che volete utilizzare come base. Confermando l'operazione il software di Faceapp trasformerà il vostro volto in quello di una stella del cinema americano dalla pelle perfetta. Ovviamente la procedura è attuabile anche attraverso l'applicazione disponibile su iOS e Android, dove peraltro si possono selezionare molti più effetti.

Faceapp era già diventata virale in Italia lo scorso aprile, quando i social network sono stati invasi dalle immagini degli utenti "trasformati" dal software in versioni giovani, adulte e dell'altro sesso. Un successo che ha cavalcato un'effettiva qualità della trasformazione che, come prevedibile, nasce da solide fondamenta tecnologiche. E, altrettanto prevedibilmente, dall'intelligenza artificiale. Già, perché FaceApp si basa su tecnologie tutt'altro che scontate. Una su tutte: l'intelligenza artificiale in grado di riconoscere volti ed elementi particolari per poi plasmarli in base alle varie proposte. Sembra facile, ma non lo è, anche perché la modifica non avviene sul nostro smartphone ma nel cloud, dove l'IA è in grado di processare l'immagine prima di restituirci il risultato.

WhatsApp Down, l'app di messaggistica non funziona: problemi di connessione
WhatsApp Down, l'app di messaggistica non funziona: problemi di connessione
Cos'è (e come utilizzare) il nuovo standard PWA e perché cambierà il mondo delle web-app
Cos'è (e come utilizzare) il nuovo standard PWA e perché cambierà il mondo delle web-app
161.758 di Tecnologia Fanpage
Con questa app di Google potrai utilizzare una funzione come "AirDrop" in Android
Con questa app di Google potrai utilizzare una funzione come "AirDrop" in Android
146.716 di Tecnologia Fanpage
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni