31 Ottobre 2014
11:51

Street View non le censura il seno, Google condannata a risarcire una donna [FOTO]

Una donna canadese ha richiesto a Google un risarcimento di 45 mila dollari poiché sul noto servizio Street View la Google Car, passando di fronte alla sua abitazione in Canada, ha fotografato e quindi caricato all’interno del servizio offerto dal colosso di Mountain View, la donna nel giardino di casa a prendere il sole con la scollatura in evidenza.
A cura di Matteo Acitelli

Maria Pia Grillo è una donna canadese che ha richiesto a Google un risarcimento di 45 mila dollari poiché sul noto servizio Street View la Google Car, passando di fronte alla sua abitazione in Canada, ha fotografato e quindi caricato all'interno del servizio offerto dal colosso di Mountain View, la donna mentre era nel giardino di casa a prendere il sole con la scollatura in evidenza. Il problema, che secondo la donna ha portato grosse conseguenze per il suo lavoro con i colleghi che l’hanno derisa al punto da doversi licenziare dalla banca in cui lavorava, è stato che il servizio Google Street View, pur oscurando il viso della donna, non ha oscurato il seno e la targa della sua automobile.

Questo ha permesso ad amici e conoscenti di rendere la donna riconoscibile, violando dunque la sua privacy. La perdita del lavoro e la successiva caduta in depressione hanno quindi spinto la donna a portare la questione in tribunale dopo che Google non ha accolto la sua richiesta di oscuramento della targa dell'auto e del suo seno. Dopo ben cinque anni il tribunale canadese ha deciso che Google non deve alla donna il risarcimento richiesto di 45 mila dollari perché la donna si trovava in un luogo pubblico quando la foto è stata scattata. Maria Pia Grillo ha quindi tentato di abbassare la richiesta a 7 mila dollari e alla fine il tutto si è concluso con il pagamento di un risarcimento di 2.250 dollari a favore della donna poiché a Google non è stata riconosciuta la responsabilità dei commenti che la donna ha dovuto subire dai collegi sul posto di lavoro. Nel frattempo il Journal de Montreal ha pubblicato la foto con il prima e dopo la censura dell'immagine da parte del servizio Google Street View.

Google Street View ci porta sulla vetta del vulcano Etna
Google Street View ci porta sulla vetta del vulcano Etna
Street View nel deserto, una videocamera di Google sul dorso di un dromedario
Street View nel deserto, una videocamera di Google sul dorso di un dromedario
Google Maps, con Cardboard è possibile esplorare Street View tramite realtà virtuale
Google Maps, con Cardboard è possibile esplorare Street View tramite realtà virtuale
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni