Covid 19
2 Settembre 2021
12:42

Su Amazon gli utenti cercano l’ivermectina: il sito consiglia il falso farmaco Covid nei risultati

Fino a poche ore fa cercando le lettere I e V nella barra di ricerca dell’ecommerce i primi risultati erano tutti relativi al farmaco antiparassitario. Il fenomeno non è legato a un tentativo di Amazon di promuovere il prodotto, ma è il risultato di algoritmi automatizzati che ora i gestori stanno disabilitando.
A cura di Lorenzo Longhitano
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

In Italia non si è ancora iniziato a parlare dell'antiparassitario ivermectina come invece è avvenuto già negli Stati Uniti, anche se presto potrebbe succedere. Il medicinale è erroneamente considerato negli ambienti no-vax come un potenziale rimedio anti Covid, e per questo motivo sta iniziando a generare interesse mal riposto anche nel nostro Paese: a rivelarlo ci sono le ricerche effettuate dagli utenti sul portale di ecommerce Amazon, il cui sistema di autocompletamento delle ricerche suggeriva fino a poche ore fa numerosi risultati dedicati al farmaco. Il fenomeno non è legato a un tentativo di Amazon di promuovere il prodotto, ma è semplicemente il risultato di algoritmi automatizzati che ora i gestori stanno disabilitando.

Le tracce sui social e su Amazon

L'anno scorso il farmaco antiparassitario a uso veterinario ivermectina è stato brevemente considerato come uno dei più promettenti candidati nel trattamento del coronavirus, ma gli studi degli scienziati ne hanno presto evidenziato la sostanziale inefficacia. L'esito delle ricerche più recenti non ha però scoraggiato i no-vax statunitensi a puntare sul medicinale, accusando nel frattempo governo e big pharma di voler screditare la pseudo cura in favore dei vaccini; oggi di questo pericoloso entusiasmo nei confronti dell'ivermectina si trova ancora riscontro online, su social network come Facebook e Twitter ma anche piattaforme di condivisione come YouTube e TikTok. Su Amazon le tracce in merito sono le attività degli utenti, che tentando di procurarsi il medicinale online hanno lasciato una impronta nel sistema di autocompletamento delle ricerche.

Perché appare l'ivermectina nel completamento automatico delle ricerche

Il sistema funziona in modo simile al motore di ricerca Google: inserendo le prime lettere di una parola, gli algoritmi di Amazon cercano di prevedere cosa si stia cercando realmente, basandosi su quel che è già stato cercato da altri utenti in passato. Per questo motivo, inserendo a malapena le lettere I e V fino a poche ore fa il portale di ecommerce consigliava ivermectina in tutte le salse. Il gruppo ha assicurato di essere al lavoro per modificare il sistema di completamento automatico e rimuovere i riferimenti al controverso medicinale: in questo momento, i risultati invadono del tutto la casella di ricerca solo scrivendo la parola fino alle lettera M, e comunque non visualizzano il prodotto da acquistare bensì integratori e altri prodotti che con l'ivermectina non hanno a che fare.

27552 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni