Nei prossimi giorni gli utenti di Instagram potrebbero iniziare improvvisamente a passare molto più tempo all'interno dell'app. È l'effetto collaterale dell'ultima novità annunciata dal gruppo Facebook che troverà posto nel social network fotografico: i post suggeriti, una serie di contenuti aggiuntivi che appariranno nel feed principale, in fondo al rullo delle fotografie e dei video recenti pubblicati dai contatti seguiti. I nuovi contenuti saranno caricati in modo dinamico dai server della piattaforma e consentiranno agli utenti di scorrere la schermata di Instagram verso il basso potenzialmente all'infinito, trovando sempre nuovo materiale da vedere.

Come funzionano i post suggeriti su Instagram

Chi ha usato Instagram con una certa assiduità sa che fino ad oggi l'app ha impiegato un messaggio testuale per avvisare gli utenti che le foto da vedere erano terminate. Continuare a scorrere oltre la notifica visualizzava foto e clip già visti in precedenza, motivo per cui l'avviso poteva servire agli iscritti come segnale per chiudere l'app. Con l'aggiornamento che già in questi giorni sta interessando l'app, le cose non stanno più così: sotto al messaggio "Non hai nuovi contenuti da vedere" non si trovano più i post meno recenti provenienti dagli account seguiti, ma contenuti che provengono da altre pagine e profili.

L'ispirazione da TikTok

Il materiale viene scelto dagli algoritmi di Instagram in modo simile a come viene popolata la sezione Esplora, ma posizionare questi contenuti direttamente in fondo al feed principale rischia di far sì che l'app dia decisamente più dipendenza. Il termine del feed degli aggiornamenti è un punto d'arrivo obbligato per chiunque usi l'app, e con l'aggiunta dei post suggeriti pescati da tutto l'universo di Instagram si trasforma in un rullo senza fine di novità. La mossa trae ispirazione da quanto già accade su TikTok, che nella sua esperienza di scorrimento verticale offre una quantità di materiale sterminata; i video proposti dalla piattaforma cinese infatti non provengono solamente dagli account seguiti, ma dal vasto bacino di clip caricate online da tutti gli utenti.

Ora è più difficile abbandonare l'app

Con l'introduzione dei post suggeriti gli sviluppatori rischiano però di contraddire loro stessi: l'avviso "Non hai nuovi contenuti da vedere" era stato pensato per rassicurare gli utenti sul fatto che potessero chiudere l'app con tranquillità senza perdersi nulla di importante e riporre finalmente lo smartphone in tasca. È stata un'operazione di benessere digitale, che ora post suggeriti invalideranno completamente: se sotto agli interventi più recenti ormai visionati c'è già in attesa un rullo infinito di altro materiale da vedere, diventa più difficile che gli utenti decidano di chiudere Instagram senza vederli.