Di QR code su WhatsApp si parla ormai da un anno, precisamente da quando a maggio 2019 alcuni utenti della versione beta dell'app di messaggistica avevano visto apparire degli speciali QR code associati ai loro profili. Attenzione, non si parla di quelli da scansionare per accedere alla versione web di WhatsApp, ma di speciali codici pensati per consentire ad altri utenti di aggiungerci in rubrica. Dopo la scoperta, questa funzione non è però arrivata sul mercato esteso, almeno fino a oggi, quando pare che i QR code siano finalmente pronti a sbarcare. Lo rivela il portale WABetaInfo, che ha scovato la funzione anche nell'ultima beta per iPhone.

Anche su iOS, infatti, sono arrivati i codici QR con i quali aggiungere i profili degli altri utenti semplicemente inquadrandoli con la fotocamera. Per il momento la funzione riguarda solo le versioni beta dell'app, ma è probabile che presto venga rilasciata anche per tutti gli utenti del servizio nel mondo. I QR code saranno visualizzabili direttamente nella pagina relativa al proprio profilo e potranno essere condivisi come semplici immagini anche sui social. Chi le riceve potrà scansionarle con la fotocamera e, in questo modo, aprire direttamente la conversazione WhatsApp con il proprietario del codice.

Insomma, si tratta di una funzione simile a quella che caratterizza altri servizi: Snapchat, Instagram e Messenger possiedono tutti soluzioni simili che consentono di aggiungere gli amici semplicemente inquadrando lo speciale codice univoco. Nel caso di WhatsApp, però, le lunghe tempistiche di rilascio hanno una motivazione probabilmente legata alla privacy: condividendo il proprio profilo dell'app di messaggistica, infatti, si condivide anche il proprio numero di telefono. Un elemento da tenere bene in considerazione quando si procederà con l'invio del QR code.