Le conversazioni sulla piattaforma di messaggistica WhatsApp possono farsi spesso confusionarie, spesso all'interno di gruppi numerosi. Tenere il filo di tutto ciò che sta accadendo all'interno di tutti i gruppi in cui si è presenti può scoraggiare, motivo per cui gli sviluppatori stanno estendendo a tutti gli smartphone una funzione che fino a oggi era a disposizione solamente di una frazione di utenti: le notifiche di menzione all'interno dei gruppi. Questi avvisi sono pensati per segnalare in modo chiaro agli utenti che qualcuno in un gruppo si è rivolto direttamente a loro, dando modo di controllare la relativa conversazione con maggiore priorità rispetto alle altre chat.

Cosa sono le notifiche di menzione di WhatsApp

Il funzionamento della novità è semplice e soprattutto automatico: non richiede cioè che gli utenti attivino alcunché all'interno dell'app. Quando una persona viene nominata in un gruppo utilizzando le apposite menzioni (ovvero il nome del contatto preceduto dal carattere chiocciola), riceverà un badge speciale che comparirà accanto al nome del gruppo nella lista delle conversazioni. In questa sezione dell'app il gruppo corrispondente non visualizzerà semplicemente il numero di messaggi in attesa di essere letti, ma anche un badge con il simbolo della chiocciola.

La novità è stata intercettata già tempo fa ma non era ancora disponibile per tutti gli utenti. Secondo le ultime informazioni riportate da WABetaInfo, gli sviluppatori stanno lavorando per farla arrivare di serie sulle versioni per Android e per iOS dell'app, nonché sull'interfaccia web. Per trovare le notifiche di menzione nei gruppi sul telefono non servirà controllare compulsivamente gli aggiornamenti: l'arrivo dovrebbe essere automatico, anche se resta sempre possibile effettuare controlli manuali di quando in quando per accertarsi che la versione installata sia sempre l'ultima disponibile.