Mark Zuckerberg, sul palco dell'annuale conferenza F8 dedicata agli sviluppatori, ha annunciato che la possibilità di pagare e inviare denaro agli amici arriverà nel corso dell'anno in alcune nazioni del mondo. Attualmente la funzione era in fase di test in India, dove circa un milione di utenti hanno potuto metterla alla prova nel corso degli ultimi mesi. Un test che, secondo Zuckerberg, è stato particolarmente apprezzato dagli utenti indiani, elemento che ha spinto l'azienda a proseguire nell'espansione della funzione anche in altri paesi del mondo, per il momento non ancora annunciati.

Presto, quindi, sarà possibile inviare soldi ai propri contatti di WhatsApp con la stessa semplicità con cui si invia una foto. "Il nostro obbiettivo è rendere questi pagamenti semplici come inviare un messaggio" ha spiegato Zuckerberg durante la conferenza. Un'idea ormai da tempo introdotta in fase di test e che in molti stanno attendendo in tutto il mondo. In India la funzione si è appoggiata al sistema UPI (Unified Payments Interface) e ha supportato alcuni istituti bancari locali, tra cui State Bank of India, ICICI Bank, HDFC Bank, e Axis Bank.

L'utilizzo è estremamente semplice: dopo aver accettato i termini del servizio e confermato il proprio numero di telefono, è possibile inviare denaro agli amici semplicemente selezionando la funzione "Payment" all'interno di una conversazione e scegliendo la somma di denaro. Ovviamente le banche italiane dovranno adattarsi a questa novità supportando il servizio, ma vista l'azienda alla base di tutto questo non dovrebbe essere un problema. Le tempistiche per il rilascio della novità nei paesi interessati dalla prossima fase – in Italia, che potrebbe non far parte di questa lista iniziale – restano però ancora un mistero. Non resta che attendere.