30 Settembre 2013
12:19

TechCrunch Italy 2013: ha vinto GiPStech

Ha vinto un localizzatore d’interni al TechCrunch Italy 2013. 50 mila euro a GiPStech. Bisserà il successo di Atooma, vincitrice della scorsa edizione?

TechCrunch Italy 2013 chiude le porte con la vittoria di GiPStech, una startup – neanche costituita – che propone l'eliminazione del GPS creando una rete di smartphone che sfruttano un sistema di localizzazione "indoor", tramite mappe digitali. Pitch snello e privo di false illusioni, forse anche questo ha convinto la giuria. 50 mila euro è il premio aggiudicato dalla startup che fa parte del network BizSpark di Microsoft. I founder – Matteo Faggin, Gaetano d’Aquila e Giuseppe Fedele – hanno sviluppato un algoritmo per creare mappe digitali indoor tramite gli smartphone.

"Aiuta nel posizionamento, localizzazione e navigazione indoor", ha spiegato Matteo Faggin. Gli sviluppatori di app sono i primi destinatari della tecnologia insita in GiPStech, che può essere utilizzata, per esempio, all'interno di un supermercato per localizzare i prodotti negli scaffali e anche per segnalare i coupon con gli sconti. Anche la ricerca del gate in aeroporto può essere facilitata dalla localizzazione tramite GiPStech. Sviluppata all'interno dell'Università della Calabria, la startup potrebbe bissare il successo del vincitore della scorsa edizione: Atooma.

Al via oggi TechCrunch Italy: chi c'è e chi ci sarà
Al via oggi TechCrunch Italy: chi c'è e chi ci sarà
Startup e Made in Italy: il lato tricolore del Wind Business Factor 2013
Startup e Made in Italy: il lato tricolore del Wind Business Factor 2013
TechCrunch Italy: le otto startup finaliste
TechCrunch Italy: le otto startup finaliste
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni