Un piccolo sottomarino a misura di bambino per salvare i ragazzi thailandesi intrappolati da giorni in una grotta. È l'ultima trovata di Elon Musk, che già da alcuni giorni ha inviato gli ingegneri delle sue SpaceX e Boring Company a studiare la situazione del gruppo intrappolato. La soluzione sarebbe quella di riutilizzare alcune parti del Falcon 9, il razzo utilizzato per raggiungere lo spazio e in grado di tornare a terra intatto, per costruire un piccolo sottomarino con il quale salvare i ragazzi. Allo stato attuale, però, sembra che l'idea di Musk possa non essere messa in atto: ieri i primi quattro ragazzi sono stati portati in salvo e nelle ultime ore sono riprese le operazioni per portare fuori dalla grotta anche gli altri 8 ragazzi e l'allenatore.

I sommozzatori devono percorrere 1,7 chilometri, per un totale tra andata e ritorno che richiede 11 ore. Per questo Musk aveva ipotizzato diverse altre opzioni oltre al sottomarino, tra cui la perforazione della grotta, la costruzione di un tubo gonfiabile e la realizzazione di gusci di salvataggio in kevlar. Infine, però, secondo Musk l'opzione più plausibile era quella di utilizzare un piccolo sottomarino pensato per un ragazzo o un adulto di piccole dimensioni, leggero ma molto resistente e, soprattutto, in grado di muoversi all'interno dei piccoli spazi sommersi della grotta.

Musk ha mostrato il sottomarino in azione all'interno di un video pubblicato sul suo account Twitter, spiegando di volerlo completare per poi farlo arrivare in Thailandia. Il veicolo è stato realizzato dagli ingegneri di Tesla, SpaceX e Boring Company, ma potrebbe non essere utilizzato per questo salvataggio. Dopo il recupero dei primi quattro ragazzi, avvenuto ieri con successo in seguito alla decisione delle autorità thailandesi, le operazioni sono state sospese per riprendere questa mattina alle 8 ora locale. Musk ha twittato spiegando di voler proseguire la costruzione del veicolo, che potrebbe rivelarsi utile in futuro. L'idea del magnate è comunque quella di inviare il sottomarino in Thailandia in caso sia necessario un piano b.