tiktok

Presto Spotify, Apple Music e tutti gli altri servizi di streaming musicale potrebbero avere un temibile concorrente: si tratta di ByteDance, startup cinese dall'ascesa spettacolare che è finita sotto i riflettori per aver lanciato l'app di condivisione video TikTok. La notizia non è ancora ufficiale, ma l'indiscrezione arriva dal Financial Times – secondo il quale il gruppo sta per lanciare una sua piattaforma per l'ascolto di musica online è in fase di trattative con le case discografiche che detengono i diritti dei brani che dovrebbero finire nel catalogo del servizio.

Stando alle voci di corridoio riportate, l'app dovrebbe sarà in tutto simile ai servizi di streaming concorrenti, con una differenza sostanziale: al suo interno sarà disponibile una libreria di brevi video che gli utenti potranno sfogliare per risincronizzare le clip che desiderano con le canzoni in catalogo, in un sistema integrato con TikTok che incoraggia viralità e condivisione dei contenuti. Gli accordi con le case discografiche sarebbero sul punto di essere firmati e ByteDance potrebbe lanciare il proprio servizio già a partire dal mese prossimo – anche se inizialmente il rilascio sarà limitato a un gruppo ristretto di Paesi emergenti come India, Indonesia e Brasile. Stati Uniti e altri Paesi dovrebbero seguire a ruota, ma non è ancora chiaro quando, ed in effetti qui si fermano le informazioni ottenute dal Financial Times.

Per il momento del servizio non si conoscono il nome né il prezzo, anche se sembra che quest'ultimo sarà più basso rispetto a quello chiesto dai servizi concorrenti. Se così fosse ByteDance potrebbe puntare su due fattori per accalappiarsi più utenti possibile in poco tempo: oltre al costo, la stretta integrazione con TikTok potrebbe infatti permetterle di fare breccia tra le preferenze dei più giovani già presenti sul social.