24 Marzo 2021
16:02

TikTok ora ti avverte se stai per condividere una fake news

La piattaforma di condivisione ha lanciato una misura di controllo sui contenuti a rischio fake news ma non ancora verificati: un segnale di avviso apposto a tutti i video che sono stati segnalati da utenti o algoritmi, che mette sull’attenti anche gli autori del tiktok o chiunque cerchi di condividerlo.
A cura di Lorenzo Longhitano

TikTok è una piattaforma principalmente votata all'intrattenimento, ma questo non vuol dire che non possa farsi veicolo di disinformazione, bufale o fake news. I gestori dell'app collaborano già con diverse organizzazioni che si occupano di fact checking per rimuovere dai server i tiktok che contengono informazioni fuorvianti e pericolose, ma in alcuni casi il lavoro di moderatori e algoritmi non è abbastanza veloce. Per questo motivo l'app ha lanciato una misura di controllo intermedia: un segnale di avviso apposto a tutti i video che sono stati segnalati come fake news ma la cui veridicità non è stata ancora confermata in modo definitivo.

La novità è stata annunciata in queste ore con un intervento sul blog della piattaforma nel quale ne viene spiegato il funzionamento. Quando un utente si imbatte in un tiktok che è stato segnalato dagli algoritmi o da altri utenti come potenzialmente fuorviante, sullo schermo dello smartphone appare un avviso legato al video in questione che recita: "Attenzione, video contrassegnato per contenuto non verificato".

Questo particolare status viene applicato ai video che non sono catalogabili con certezza come fake news (e quindi a rischio di rimozione), ma che non possono neppure essere considerati degni di fiducia incondizionata. Un video contrassegnato in questo modo infatti non genera solamente un avviso sullo schermo di chi lo sta vedendo. Nel momento in cui una clip viene messa nel mirino della piattaforma il primo a venirlo a sapere è l'autore – che può così decidere se rimuovere da sé il suo tiktok, nel caso ad esempio in cui la bufala contenuta sia stata diffusa inconsapevolmente. Infine, chi cerca di condividere una clip così contrassegnata dovrà superare una finestra di dialogo nella quale TikTok chiede conferma dell'azione intrapresa.

In questo modo insomma la piattaforma esercita sui suoi contenuti un livello ulteriore di moderazione, intermedio e più morbido rispetto alla rimozione dei video; lo scopo è prevenire fenomeni come la disinformazione su Covid-19 e i relativi vaccini, ma anche la diffusione di falsi rimedi e bufale che se non controllate possono diffondersi sulla piattaforma con i meccanismi della viralità.

Facebook ti sconsiglierà di seguire le pagine che diffondono fake news
Facebook ti sconsiglierà di seguire le pagine che diffondono fake news
Se diffondi fake news sui vaccini anti Covid, Twitter potrà chiuderti il profilo
Se diffondi fake news sui vaccini anti Covid, Twitter potrà chiuderti il profilo
Facebook ha eliminato 20 milioni di post con fake news sul coronavirus
Facebook ha eliminato 20 milioni di post con fake news sul coronavirus
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni