La rete Tim è down in molte zone d'Italia oggi lunedì 4 gennaio. Problemi alla rete fissa dell'operatore telefonico vengono segnati infatti da nord a sud. Moltissimi utenti segnalano l'impossibilità di accedere a internet coi i loro modem che segnalano costantemente luce rossa di assenza segnale. Al momento non è chiaro dove sia il problema  ma le segnalazioni fanno ipotizzare che si tratti di un problema decisamente importante e generalizzato. Centinaia le segnalazioni sui social , da Milano a Napoli  passando per Roma. Molti si sono rivolti direttamente agli account social della Tim per segnalare il down della propria rete ma al momento dall'operatore non arriva nessuna comunicazione sui motivi del problema che da ore sta affliggendo moli utenti.

Dalle segnalazioni le prime interruzioni alla rete Tim pare si siano sono registrate già nel pomeriggio di ieri, domenica, ma il problema pare non sia stato risolto e anzi sia peggiorato in serata allargandosi ulteriormente oggi lunedì 4 gennaio. Le segnalazioni di malfunzionamento della linea fissa Tim arrivano maggiormente dal nord, in particolare dalla Lombardia e dalla zona di Milano ma  problemi sono stati riscontrati anche in Emilia, Toscana,  Roma e Napoli. Come riportano alcuni utenti, anche il sito di assistenza tecnica della Tim appare offline e in tanti non riescono a segnalare il disservizio all'assistenza tecnica con i normali canali online perché sembrano inattivi. Le maggiori segnalazioni sono arrivate questa mattina tra l'alba e le 8 quando molti si sono collegati alla linea internet per lavorare visto anche il periodo con moltissimi lavoratori ancora in smartworking da casa per l'emergenza covid.

Di seguito la nota dell'operatore, che ha risolto il problema al termine della mattinata di oggi.

TIM informa che nel corso della notte si è verificato un disservizio ai sistemi di alimentazione elettrica in una centrale telefonica di Milano che ha causato lo spegnimento di alcuni apparati. I tecnici, a lavoro da subito, hanno immediatamente ripristinato l’alimentazione, reinstradando la rete mobile e parte delle linee della clientela business. Il disservizio è stato risolto in poche ore e ha riguardato complessivamente 300 mila clienti.