Dal 18 al 20 ottobre 2019 torna alla Fiera di Roma l’evento europeo più importante dedicato all’innovazione tecnologica, giunto alla sua settima edizione, organizzato dalla Camera di Commercio di Roma, attraverso la sua Azienda speciale Innova Camera. Il curatore della MFR, fin dalla sua prima edizione, è Massimo Banzi, co-founder di Arduino, indicato dal settimanale “The Economist” come uno dei fautori della “nuova rivoluzione industriale” messa in atto dal movimento Maker. Ad affiancarlo c’è Alessandro Ranellucci, coordinatore esecutivo di tutti i contenuti di MFR.

“Maker Faire Rome – afferma Luciano Mocci, Presidente di Innova Camera, Azienda speciale della CCIAA Roma – è cresciuta, negli anni, sia nei numeri che nei contenuti. Oggi, oltre a essere un evento capace di creare occasioni di scouting e business tra imprese, è diventata la manifestazione dei settori economici strategici per un grande Paese moderno, in cui vengono messe in mostra le migliori idee e invenzioni che ci cambieranno, in meglio, la vita”.

Poiché l’economia circolare sarà, come da tradizione, uno dei temi clou, si è sentita l’esigenza di non attenersi alla teoria, ma di dare l’esempio con un’edizione totalmente carbon free con il divieto di utilizzo, di tutti i recipienti in polietilene o in altri materiali plastici e la produzione – nelle fasi di allestimento e di esposizione – di energia rinnovabile per raggiungere la copertura completa del fabbisogno energetico della struttura.

Economia circolare, appunto, ma anche robotica e intelligenza artificiale, IoT – Internet delle cose, manifattura digitale, foodtech, agritech, urbantech, mobilità smart, tecnologie per lo sport e la salute, edilizia sostenibile, realtà virtuale e aumentata, artech, edtech e lo spazio con un focus sul ruolo che i maker avranno nei primi insediamenti permanenti su Marte: saranno questi solo alcuni dei temi protagonisti dell’edizione 2019.

Tutte le Call sono già aperte e rimarranno tali fino al 24 giugno 2019: quella per i Maker, per le Università e gli Istituti di Ricerca (una giuria qualificata selezionerà i progetti più innovativi che verranno ospitati nel corso della kermesse) e per le scuole secondarie di secondo grado nazionali e appartenenti ai Paesi dell’Unione Europea (studenti 14-18 anni). Le candidature alle Call possono essere presentate, esclusivamente on line, tramite il sito https://2019.makerfairerome.eu/it/ (dove ci sono tutti i regolamenti), cliccando sulla relativa icona.