Se possedete un dispositivo della famiglia Echo di Amazon probabilmente ve ne sarete già accorti: ogni settimana il colosso dell'ecommerce invia ai proprietari dello speaker intelligente una newsletter con alcune delle curiosità che è possibile chiedere ad Alexa, l'assistente virtuale integrato all'interno degli altoparlanti smart, e con le domande più gettonate nel corso degli ultimi giorni. Solitamente quest'ultima parte è costituita da domande piuttosto casuali, come "che verso fa lo squalo" oppure "aggiungi uova alla Lista della spesa". All'interno dell'ultima newsletter inviata in queste ore, però, figura una domanda piuttosto particolare: "Chi è Mark Caltagirone?".

"Chi è Mark Caltagirone?": la domanda ad Alexa

A quanto pare, quindi, un grande numero di utenti, probabilmente incuriositi dalla vicenda che ha colpito Pamela Prati, le sue manager e quello che sarebbe dovuto diventare suo marito, hanno chiesto ad Alexa quale fosse la reale identità di Mark Caltagirone, uomo misterioso che solo negli ultimi giorni si è rivelato essere una figura inesistente e creata ad arte. Proprio il mistero attorno alla figura di Caltagirone deve aver spinto i possessori italiani di un dispositivo della famiglia Echo a chiedere "Alexa, chi è Mark Caltagirone?" nella speranza che l'intelligenza artificiale potesse risolvere un mistero che ad oggi continua a tenere banco tra la stampa italiana.

Mark Caltagirone e Alexa: la risposta

La risposta di Alexa, però, è piuttosto vaga: "Mi dispiace, non ho ancora avuto il piacere di fare la sua conoscenza". A quanto pare, quindi, per saperne di più su Mark Caltagirone dovremo attendere ancora un po'. Nel frattempo la newsletter di Amazon svela altre curiosità; tra le altre domande più popolari rivolte ad Alexa negli ultimi giorni troviamo "metti musica italiana" e "quanto fa un trilione alla decima potenza". Quest'ultima ricerca è probabilmente legata ad un video virale nel quale la stessa domanda viene posta a Siri, l'assistente dell'iPhone, che risponde con un'infinità di "zero" accompagnati da un beat creato dall'utente che ha pubblicato il video.