Una vacanza di 10 giorni nella località più esclusiva di tutte: la Stazione Spaziale Internazionale. È l'ultima proposta dell'azienda spaziale SpaceX di Elon Musk, che ha annunciato di voler portare tre turisti ansiosi di staccare dalla routine quotidiana nella celebre stazione orbitante entro la fine del 2021. La notizia è di questi giorni, ma secondo quanto riporta il The New York Times il primo, facoltoso, vacanziere si è già accaparrato uno dei tre posti disponibili, lasciandone solamente due rimanenti.

È dell'anno scorso l'annuncio da parte della NASA dell'apertura della Stazione Spaziale Internazionale ai visitatori e come destinazione per operazioni commerciali, ma come meta turistica rimane decisamente esclusiva: il prezzo fissato da SpaceX per il biglietto inclusivo di andata, ritorno e soggiorno è di ben 55 milioni di dollari. Arrivare lassù in effetti non è uno scherzo: il viaggio sarà effettuato a bordo del razzo Falcon 9 e della navicella Crew Dragon realizzati dall'azienda, mentre dell'organizzazione si occuperà un'altra startup, Axiom Space. Dopo il primo giorno richiesto per il trasporto, i tre turisti ne passeranno otto all'interno della stazione orbitante, per poi reimbarcarsi per l'ultima giornata dedicata al rientro sulla Terra.

Il motivo per cui il viaggio inaugurale di questa nuova operazione avviata da SpaceX è fissato così in là è vagamente inquietante: la navicella che accoglierà fisicamente i tre turisti durante il viaggio verso la Stazione Spaziale Internazionale ancora non esiste, o almeno non nella sua forma definitiva. La capsula orbitale Dragon infatti è attualmente destinata al trasporto merci: una sua versione dedicata agli esseri umani è in fase di sviluppo abbastanza avanzata, ma è ancora sottoposta a test regolari e a ritmo serrato; il primo con a bordo degli esseri umani non ha ancora avuto luogo e si terrà soltanto nel corso di quest'anno.