Il Presidente Donald Trump ha firmato un nuovo ordine esecutivo che porterà alla messa al bando di TikTok tra esattamente 45 giorni. Con l'ordine Trump va infatti a impedire tutte le transazioni con ByteDance, l'azienda proprietaria del social network, per "rispondere all'emergenza nazionale in merito alla catena di fornitura delle tecnologie di comunicazione". In questo modo se Microsoft non acquisirà le operazioni statunitensi entro il 15 settembre (data indicata dalla stessa azienda di Redmond) il social sarà bloccato in tutti gli Stati Uniti 5 giorni dopo.

"La diffusione di applicazioni controllate dal governo cinese continua a minacciare la sicurezza nazionale, la politica estera e l'economia degli Stati Uniti" si legge nell'ordine esecutivo. "Gli USA devono prendere azioni aggressive contro i proprietari di TikTok per proteggere la nostra sicurezza nazionale". Un ordine simile è stato firmato dal Presidente per mettere al bando anche la popolare applicazione di messaggistica WeChat. Una mossa che arriva dopo mesi di tensioni tra Trump e le aziende cinesi in merito alla supposta minaccia alla privacy posta dalle app in arrivo da oriente.

Ora la presenza di TikTok negli USA dipende completamente da Microsoft: se davvero l'accordo si concretizzerà nell'acquisizione da parte dell'azienda americana entro il 15 settembre, le operazioni statunitensi, canadesi, australiane e neozelandesi di TiKTok finiranno sotto il cappello di Microsoft e, quindi, potranno proseguire anche negli USA. In caso contrario il 20 settembre il blocco delle transazioni con ByteDance decreterà la fine della presenza del social negli Stati Uniti. L'acquisizione da parte di Microsoft è comunque ancora incerta e l'unico elemento sicuro è il fatto che le discussioni in merito all'acquisto si concluderanno entro il 15 settembre, 5 giorni prima del ban.