Da oggi una delle emote più popolari di Twitch non è più disponibile sulla piattaforma. Si tratta della emote PogChamp, bandita per sempre dai confini del portale per via delle parole violente del suo autore e protagonista — il videogiocatore professionista Ryan Gutierrez. L'uomo ritratto nell'emote infatti si è espresso nelle scorse ore a favore dei manifestanti pro Trump che mercoledì 6 gennaio hanno invaso il Congresso statunitense, e lo ha fatto con parole che incitavano alla violenza; Twitch ha così deciso di rimuovere l'emote in attesa di sostituirla con un'altra.

L'intervento che ha scatenato la risposta di Twitch è un cinguettio su Twitter legato alla tragica uccisione di una delle manifestanti nel corso della rivolta che si è tenuta lo scorso mercoledì 6 gennaio. La donna che ha perso la vita è stata presto eletta a simbolo delle proteste da parte degli altri rivoltosi che hanno preso parte all'occupazione del Congresso statunitense, e nel caso di Gutierrez è stata usata come pretesto per incoraggiare ulteriori violenze. Nel tweet, l'autore chiede retoricamente ai follower "se ci saranno disordini" in relazione al fatto, o se invece la martire del movimento "sia morta invano".

L'implicazione tra le righe è che il fatto debba essere vendicato — motivo per cui Twitch ha deciso di slegare la propria immagine da quella dell'autore cancellandone la rappresentazione grafica del suo volto così in voga sulla piattaforma. "Abbiamo deciso di rimuovere l'emote PogChamp dopo le dichiarazioni fatte dal volto dell'emote, che incitavano a ulteriori violenze dopo ciò che era già successo al Campidoglio", ha dichiarato Twitch; "Desideriamo che lo spirito originale dell'emote sopravviva, poiché il senso che ha acquisito nel tempo conta più della persone che l'ha interpretato o della stessa immagine; non possiamo però in tutta coscienza continuare a permettere l'utilizzo dell'immagine originale".

L'emote PogChamp in effetti è una delle più rappresentative all'interno di Twitch, nonché una delle più datate e utilizzate. Viene usata per esprimere sorpresa o entusiasmo, e la sua popolarità ha da anni superato i confini della piattaforma diventando un meme a se stante e dando essa stessa origine ad altri contenuti. L'intento di Twitch di trovare un'altra emote che ne prenda il posto.