Nelle prossime settimane il presidente eletto degli Stati Uniti Joe Biden erediterà dal suo predecessore Donald Trump le redini di una delle superpotenze mondiali, ma nonostante questo non potrà conservare i follower di Twitter che negli ultimi 4 anni hanno seguito l'account presidenziale. La decisione è stata comunicata dal social network in questi giorni: nel momento in cui Joe Biden diventerà a tutti gli effetti il quarantaseiesimo presidente degli Stati Uniti d'America, l'account Twitter @POTUS (da President Of The United States) normalmente associato alla carica verrà reimpostato come se fosse stato appena aperto.

La mossa si discosta da quanto fatto ai tempi dell'elezione di Donald Trump, votato a fine 2016 ed entrato in carica all'inizio del 2017. Ai tempi il social decise infatti di consegnare l'account al nuovo presidente con una formula ibrida: i cinguetti presenti fino al giorno dell'insediamento vennero tutti cancellati e trasportati in un nuovo account creato ad hoc come archivio per i tweet dell'era precedente, ma i follower dell'account presidenziale ai tempi di Barack Obama diventarono automaticamente follower dell'account @POTUS gestito da Donald Trump.

Stando a quanto riportato dal The Wall Street Journal, il team di Biden non è particolarmente entusiasta della decisione e si è già espresso in tal senso con i gestori della piattaforma. Da una parte infatti è vero che Trump ha sempre contato maggiormente sul suo account personale per diffondere i propri messaggi al mondo, ed è stato quello il profilo più seguito da sostenitori e mezzi di comunicazione negli ultimi anni; d'altro canto però il profilo ufficiale conta ad oggi più di 33 milioni di seguaci accumulati in più di 12 anni di storia, ed è dunque un megafono potente per le comunicazioni ufficiali provenienti dalla Casa Bianca. Non solo: la decisione di azzerare il conteggio dei follower si applicherà anche a buona parte degli account ufficiali legati ad altre posizioni ufficiali, ovvero @VP, @FLOTUS, @PressSec, @Cabinet, e @LaCasaBlanca: i profili che spetteranno a vice presidente, first lady, squadra di governo e Casa Bianca.