Il mondo degli esport ha appena perso uno dei suoi rappresentanti più celebri e importanti: si tratta di Jian Zi-Hao, campione di League of Legends conosciuto nell'ambiente con il soprannome di Uzi, che ad appena 23 anni ha annunciato il suo addio alle scene competitive per motivi di salute. La decisione è stata comunicata sul social network cinese Weibo nelle scorse ore dall'atleta e ha lasciato sconvolta la comunità dei videogiocatori appassionati di esport, sia per la giovane età di Uzi, sia per la fama senza eguali della quale gode nell'ambiente.

Perché Jian Zi-Hao lascia gli esport

Le motivazioni specifiche dell'addio di Jian Zi-Hao alle competizioni le ha esposte lo stesso atleta nel suo messaggio di commiato: "mi è stato diagnosticato un diabete di tipo 2", provocato probabilmente dal "le nottate passate sveglio, una dieta poco salutare, e un livello di stress insostenibile in particolare nell'ultimo anno". Uzi ha inizialmente tentato di recuperare il benessere perduto cambiando abitudini lavorative, facendo più esercizio e assumendo una terapia farmacologica, ma la situazione sembra non essere migliorata. "Anche psicologicamente non sto bene come prima, e i medici mi hanno detto che se continuo in questo modo le conseguenze potrebbero essere gravi".

La carriera competitiva professionale di Uzi ha avuto inizio nel 2012, quando aveva solo 15 anni, ed è stata da subito legata al team RNG del quale il giovane è diventato presto una colonna portante. Il livello di stress legato agli alti livelli competitivi del giocatore potrebbe aver contribuito al peggiorare delle sue condizioni di salute. Lo stesso Jian Zi-Hao lo ha lasciato trasparire nel suo ultimo messaggio, ma già nel 2015 il giovane aveva lamentato il bisogno di un periodo di pausa da League of Legends, mentre nel 2018 aveva confessato di aver bisogno di trattamenti medici per mezz'ora prima di ogni allenamento e incontro.