15 Febbraio 2016
16:44

Un vestito intelligente per tornare a camminare e faticare di meno

Si chiama Unplugged Powered Suit ed è stata sviluppata da Yuichi Kurita dell’Università di Hiroshima: è un vestito – o meglio, un esoscheletro – in grado di aiutare le persone a camminare e svolgere determinati movimenti.
A cura di Marco Paretti

Si chiama Unplugged Powered Suit ed è stata sviluppata da Yuichi Kurita dell'Università di Hiroshima: è un vestito – o meglio, un esoscheletro – in grado di aiutare le persone a camminare e svolgere determinati movimenti. Il progetto, presentato nel corso della International Robot Exhibition, punta ad aiutare anziani, persone con difficoltà motorie e chi vuole faticare di meno sul luogo di lavoro o durante l'attività fisica. La vera rivoluzione è che il tutore non ha dimensioni voluminose ma è piuttosto contenuto e può quindi essere proposto a chi non ha gravi problematiche o chi vuole semplicemente affaticarsi di meno.

Il segreto della Unplugged Powered Suit è lo Pneumatic Gel Muscle, un dispositivo che di fatto rappresenta un muscolo artificiale e che va quindi a sostituire elementi ingombranti come compressori e apparecchiature elettroniche che generalmente caratterizzano i classici tutori. Il "muscolo" si attiva in seguito alla pressione dei piedi per terra, grazie ad una speciale pompa posizionata sotto la pianta del piede. Grazie ad essa l'esoscheletro è in grado di fornire supporto alla camminata, scaricando parte del peso e dello sforzo sul tutore e non sulla gamba, facendo passare la pressione dalla pompa al muscolo attraverso una fascia posizionata all'altezza del ginocchio.

"La struttura è semplice, facile da utilizzare ed economica, soprattutto se paragonata agli esoscheletri per il movimento assistito attualmente disponibili" ha spiegato Kurita. "Questo vestito nasce per facilitare i movimenti quando e come serve: non contiene elementi troppo pesanti e può essere facilmente personalizzato per venire incontro alle esigenze particolari di ciascuno, dal miglioramento della forza muscolare negli atleti alla riabilitazione dopo i traumi". Sono proprio questi gli utilizzi principali pensati dagli sviluppatori, ma non solo: a seconda di dove viene posizionato il muscolo artificiale è possibile migliorare le prestazioni di quello reale. Se applicato al grande pettorale, per esempio, è in grado di aumentare la potenza di un lancio.

Ecco come camminare sulle nuvole
Ecco come camminare sulle nuvole
1.433 di Design Fanpage
Google vuole costruire una "città intelligente"
Google vuole costruire una "città intelligente"
Google lancia la sfida a Facebook con un'app di messaggistica "intelligente"
Google lancia la sfida a Facebook con un'app di messaggistica "intelligente"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni