Uno dei problemi che i produttori di smartphone con schermo pieghevole dovranno risolvere prima di proporre i loro dispositivi al grande pubblico è relativo proprio al comportamento dei display in prossimità del punto in cui si piegano. Lo schermo del Mate X di Huawei ad esempio quando è aperto mostra una impercettibile ma comunque presente increspatura in corrispondenza della piega; in queste ore però a finire sotto la lente di ingrandimento dei critici è stato Samsung Galaxy Fold, per via di un video che sta circolando in Rete nel quale è mostrato sotto una luce diversa e che mette in evidenza una piega abbastanza netta in corrispondenza della cerniera.

Non si tratta di un elemento in grado di compromettere l'usabilità del dispositivo, e sicuramente guardando il tablet da un'angolo frontale il difetto sarà meno fastidioso, ma dal punto di vista estetico non è comunque il massimo da vedere. Altri critici hanno inoltre preso di mira la cornice e il notch del display, entrambi in rilievo rispetto allo schermo; Samsung deve aver escogitato questa soluzione per tenere protetto il delicato pannello pieghevole quando il dispositivo è chiuso, ma effettivamente il look del dispositivo ne esce sporcato.

La realtà è che problemi di questo genere sono impossibili da non riscontrare a bordo di dispositivi di prima generazione come questi. Samsung (come anche Huawei), ha lanciato il proprio gadget con lo scopo di arrivare tra i primi sul mercato e non di fornire una soluzione adatta alle masse, o almeno non ancora. Il prezzo da questo punto di vista è chiaro: non è alto solo perché all'interno del gadget si trovano componenti di ultima generazione, ma soprattutto perché il prodotto stesso è destinato a facoltosi pionieri che pur di averlo in tasca si faranno una ragione di increspature e pieghe.

Resta da capire se il dispositivo ritratto nel video sia ancora una unità di quelle già destinate alla vendita o un prototipo provvisto di hardware meno sofisticato. Quel che è certo è che col tempo le aziende avranno comunque modo di migliorare i propri gadget. Tra i problemi da risolvere del resto c'è anche quello della fragilità dei pannelli, che al momento sono protetti da sottili strati in plastica ma che presto potrebbero disporre di protezioni in vetro in grado di piegarsi aderendo perfettamente ai display.