12 Novembre 2019
10:27

Uno dei dirigenti di Apple TV+ ha lasciato il suo incarico dopo le prime recensioni degli show

Il responsabile della programmazione della piattaforma di streaming video ha lasciato il suo incarico dopo pochi giorni dal debutto del servizio. Nel frattempo critica e spettatori sono divisi sulla qualità degli show di punta proposti: alcuni esperti li hanno accolti in modo freddo, mentre il pubblico sembra apprezzarli.
A cura di Lorenzo Longhitano

A pochi giorni dal debutto di Apple TV+, il servizio di streaming video della casa di Cupertino sta per subire la sua prima riorganizzazione forzata: una delle figure chiave della piattaforma e a capo di una buona fetta della programmazione ha infatti deciso di abbandonare il progetto lasciando il proprio incarico. Si tratta di Kim Rozenfeld, che per Apple TV+ è stato figura di riferimento per gli show sceneggiati, non sceneggiati e documentari, nonché una delle prime personalità a dare lustro al progetto in fase di avviamento.

A riportarlo è stato il The Hollywood Reporter, le cui fonti non hanno però saputo ricostruire le motivazioni dietro alla decisione dell'ormai ex dirigente. Tra le ipotesi per il momento ci sono soltanto le prime reazioni della critica – non esattamente positive – agli show di punta di Apple TV+, ovvero The Morning Show, See, Dickinson e For All Mankind.

Per queste serie Apple in effetti ha speso centinaia di milioni di dollari e assoldato attori di spicco: si tratta in sostanza dei prodotti principali tramite i quali il gruppo spera di attrarre la prima ondata di utenti verso la sua piattaforma, per poi mantenerli fedeli al servizio con le altre offerte. Non stupisce dunque che le aspettative nei confronti di questi show siano particolarmente alte, e per questo motivo il fatto che le prime recensioni che li riguardano non siano positive può aver avuto un ruolo nella decisione di Rozenfeld.

Probabilmente però è ancora presto per dare un giudizio complessivo sulla qualità dei prodotti presenti su Apple TV+. Da una parte il servizio offre numerosi altri show oltre a quelli di punta; d'altro canto, lo stesso quartetto al centro delle critiche più aspre in realtà sembra essere stato gradito dal grande pubblico: come fa notare Rottentomatoes, lo scostamento tra i pareri dei critici e quelli degli spettatori in questi casi è particolarmente alto, mentre Apple ha già confermato di volere per tutti una seconda stagione.

Apple TV+: quando potrebbe arrivare, il prezzo e gli show in programma
Apple TV+: quando potrebbe arrivare, il prezzo e gli show in programma
15 di Videonews
Le migliori TV in sconto per l'Amazon Prime Day 2021
Le migliori TV in sconto per l'Amazon Prime Day 2021
Apple investe altri 5 miliardi in Apple TV+, arrivo previsto a novembre a 10 dollari al mese
Apple investe altri 5 miliardi in Apple TV+, arrivo previsto a novembre a 10 dollari al mese
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni