6 Aprile 2016
10:25

USA, se sei povero il governo ti paga l’accesso ad Internet

Internet è stato ufficialmente riconosciuto come un componente necessario per la società americana grazie ad una proposta, poi approvata, della Federal Communications Comission (FCC) relativa ad un sussidio destinato all’accesso alla Rete da parte degli americani più poveri.
A cura di Marco Paretti

Internet è stato ufficialmente riconosciuto come un componente necessario per la società americana grazie ad una proposta, poi approvata, della Federal Communications Comission (FCC) relativa ad un sussidio destinato all'accesso alla Rete da parte degli americani più poveri. Con una votazione di 3-2 l'FCC è riuscita quindi ad ottenere l'espansione del programma Lifeline, già incentrato sul consentire ai cittadini con un reddito basso di accedere ai servizi di comunicazione a prezzi nettamente più abbordabili rispetto a quelli normali.

Per 9,25 dollari al mese, quindi, gli americani più poveri potranno ottenere i servizi voce e internet, oltre all'assistenza federale. L'espansione di Lifeline sarà disponibile per circa 40 milioni di persone e avrà un budget di circa 2,25 miliardi di dollari all'anno. Il traffico dati minimo a disposizione sarà di 150 GB al mese per quanto riguarda la connessione fissa e 500 MB in 3G per quella da smartphone. Quest'ultima sarà portata ad 1 GB entro dicembre 2017 e a 2 GB entro la fine del 2018.

La mossa della FCC punta a connettere il 48% dei poveri che non può permettersi una connessione al web. Un elemento che li taglia fuori da un aspetto importante della rete, l'educazione. "Oggi circa 7 insegnanti su 10 assegnano compiti che richiedono l'accesso ad internet" ha spiegato il membro della commissione Jessica Rosenworcel. "Ma i dati in nostro possesso indicano che un povero su tre non ha la possibilità di accedere alla rete". Parallelamente a questa iniziativa, la FCC sta spingendo un piano per portare il web in più zone del paese. Secondo la commissione, circa 34 milioni di persone non hanno accesso ad una linea decente, 23 milioni dei quali perché localizzati in zone rurali. Un numero comunque positivo se si analizza quello dell'anno precedente: nel 2015 gli americani con una linea scadente erano 55 milioni.

Twitter blocca lo scambio di informazioni con il governo Usa
Twitter blocca lo scambio di informazioni con il governo Usa
Obama visita il Vietnam e il governo blocca l'accesso a Facebook
Obama visita il Vietnam e il governo blocca l'accesso a Facebook
Microsoft fa causa al governo Usa: "Le richieste di accesso ai dati sono incostituzionali"
Microsoft fa causa al governo Usa: "Le richieste di accesso ai dati sono incostituzionali"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni