Con un’operazione da 19 miliardi di dollari, l'azienda produttrice di hard disk Western Digital ha acquisito SanDisk, uno dei più grandi produttori di chip di memorie Nand flash. L'acquisizione di SanDisk da parte di Western Digital dovrà ora essere approvata dall'assemblea degli azionisti di SanDisk e secondo le prime fonti si concluderà entro la fine del terzo trimestre 2016.

Con questa azione, l'azienda Western Digital si appresta a diventare il principale produttore di memorie di storage. Come dichiarato in una nota stampa dal CEO di Western Digital, Steve Milligan: "L'azienda che nasce da questa combinazione sarà in una posizione ideale per sfruttare le opportunità di crescita create dai rapidi cambiamenti dell'industria dello storage". Già da qualche settimana si vociferava la possibile fusione tra le due realtà del settore delle memorie ed ora la notizia è ufficiale, dopo l'acquisizione della divisione storage di Hitachi nel 2012, ora Western Digital ha acquisito anche SanDisk. Il presidente e co-fondatore di SanDisk, Sanjay Mehrotra, prenderà un posto nel nuovo consiglio di amministrazione mentre il CEO di Western Digital, Steve Milligan, sarà a capo del nuovo gruppo nato dalla fusione delle due aziende.

L'operazione messa in atto da Western Digital punta a rafforzare l'azienda in un momento difficile, nel 2014, infatti, Western Digiral ha registrato un calo delle vendite del 4% mentre SanDisk, in partnership con Toshiba, ha ottenuto un ottimo successo arrivando quasi a 29 miliardi.

"Questa combinazione è il passo successivo nella trasformazione di Western Digital in un'azienda di archiviazione con un impatto globale, prodotti e tecnologie diversificati e una profonda esperienza nel campo della memoria non volatile"