Un'icona degli anni '90 e 2000 sta per tornare. Winamp, il leggendario lettore MP3 che tutti abbiamo amato quando la musica digitale ha iniziato a diventare davvero mainstream, sta per essere aggiornato ad una nuova versione disponibile sia su PC che su smartphone. Ad annunciato è la Radionomy, azienda che nel 2014 ha acquisito da AOL i diritti sul software. Winamp è stato rilasciato inizialmente nel 1997 come lettore MP3 personalizzabile, anche e soprattutto nell'aspetto dell'interfaccia grafica. L'ultimo aggiornamento dell'applicazione risale al 2013.

"Pubblicheremo una nuova versione il prossimo anno, sarà caratterizzata dall'eredità di Winamp e da un'esperienza di ascolto più completa" ha spiegato Alexandre Saboundjian, CEO di Radionomy. "Potrete ascoltare gli MP3 che avete in casa ma anche nel cloud, i podcast, le stazioni radio in streaming e le playlist che vi siete creati". In breve, l'obiettivo del nuovo Winamp è quello di diventare il centro dell'esperienza di ascolto degli utenti, soprattutto per chi possiede molti MP3 e non si è ancora totalmente lasciato avvolgere dallo streaming. Non è peraltro detto che la nuova versione del software non si integri con servizi come Apple Music o Spotify.

I dettagli sul nuovo Winamp, però, non sono molti al momento. Non sappiamo, per esempio, quale sarà la veste grafica della nuova versione né come funzionerà l'app per smartphone, un'assoluta novità per il software. Bisognerà anche capire in che modo l'applicazione metterà insieme tutti i nostri file audio rendendoli disponibili su tutte le piattaforme, un compito di certo non semplice nel caso in cui la propria libreria non sia particolarmente organizzata. Nel corso della settimana Winamp sarà aggiornato alla versione 5.8 per risolvere alcuni bug e problemi di compatibilità, mentre la versione completamente rinnovata, Winamp 6, arriverà nel 2019.