5 Settembre 2013
10:44

Yahoo! presenta il nuovo logo

Dopo 30 precisi giorni in cui gli utenti hanno votato e scelto tra vari disegni e realizzazioni, finalmente arriva l’ufficializzazione del nuovo logo. Cambiamento di estetica, ma rimangono elementi quali il punto esclamativo e il caratteristico colore viola.
A cura di Bruno Mucciarelli

Dopo alcune settimane di progressivo avvicinamento tra vari loghi realizzati giorno dopo giorno, Yahoo ha comunicato quale sarà il nuovo logo ufficiale dell’azienda. Un logo molto semplice, sottile, graficamente diverso rispetto a quello che abbiamo visto fino ad oggi, ma che mantiene le caratteristiche che lo hanno contraddistinto nel corso degli anni, come il punto esclamativo e il classico colore viola.

Due elementi costanti rispetto al passato con l'aggiunta anche della dinamicità dei caratteri, che rende decisamente più espressivo il posizionamento delle singole lettere. Il CEO dell'azienda, Marissa Mayer, spiega il tutto indicando la volontà di avere linee "umane", che cerchino di realizzare un qualcosa che vada al di fuori di quella rigidità delle linee rette che non è mai realmente parte della natura: ogni carattere è stato così curvato e adattato al significato che il progetto intende esprimere.

L'azienda voleva un logo che fosse "fun, vibrant and welcoming" e sembra proprio che la novità della sua scritta sia stata realmente delineata e il nuovo logo è proprio quello che i dirigenti della società di Sunnyvale porteranno nei prossimi mesi. Il nuovo logo è soltanto il tassello finale di un processo di ridefinizione dell’azienda voluto proprio dalla chiacchierata Marissa Mayer dopo la sfortunata parentesi di Carol Bartz.

Un rilancio aziendale importante e in qualche modo imponente che passa per acquisizioni, rivisitazioni come quella di Flickr, ma anche un CEO, proveniente da Google, che nella nuova realtà intende esprimere quel che a Mountain View non sarebbe stato forse possibile. Il nuovo logo è la conclusione, o l'inizio, di un lavoro per riuscire a far trovare una nuova identità caratterizzante. In una lettera aperta ai suoi utenti la dirigente di Yahoo ha voluto spiegare tutto quello che ha portato l'azienda a pensare, creare e realizzare il nuovo logo:

A livello personale, amo i marchi, loghi, colori, design, e, soprattutto, Adobe Illustrator. Penso che sia uno dei pacchetti software più incredibili mai realizzati. Io non sono una professionista, ma so abbastanza per essere pericolosa :)

Così, un fine settimana di questa estate, mi sono rimboccata le maniche e mi sono buttata in trincea con la nostra squadra dedicata al logo design: Bob Stohrer, Marc DeBartolomeis, Russ Khaydarov , e il nostro intern Max Ma. Abbiamo trascorso la maggior parte del sabato e della domenica a ridisegnare il logo dall’inizio alla fine, e ci siamo divertiti tantissimo a valutare ogni minimo dettaglio.

Sapevamo di volere un logo che riflettesse Yahoo – fantasioso, ma sofisticato. Moderno e fresco, con un cenno alla nostra storia. Che avesse un tocco umano, personale. Fiero.

Altri elementi furono presi immediatamente in considerazione:
Non volevamo avere linee rette nel logo. Le linee rette non esistono in forma umana e sono estremamente rare in natura, così il tocco umano nel logo consiste nel fatto che tutte le linee e le forme abbiano almeno una leggera curva.

Abbiamo preferito le lettere che avevano tratti più spessi e sottili – per comunicare la natura soggettiva e redazionale di alcune delle cose che facciamo.
I caratteri tipografici con grazie sono una grande parte del nostro vecchio logo. Sembrava sbagliato rinunciarvi del tutto, quindi abbiamo optato per un font sans serif (senza grazie, Ndr.) con “smerli” alle estremità delle lettere.

Il nostro logo precedente appariva come un iconico Yahoo yodel. Abbiamo voluto preservare questo aspetto e fare qualcosa di giocoso con l’OO’s.

Volevamo che ci fosse una consistenza matematica nel logo, ricomponendolo davvero in un unico marchio coerente. Abbiamo giocato con minuscole e lettere. Ma, alla fine, siamo giunti alla conclusione che il logo era più leggibile se compariva tutto maiuscolo, soprattutto su schermi di piccole dimensioni. E ci siamo messi in marcia.

Ecco la cianografia di quello che abbiamo fatto, conclamando alcune delle cose che erano cool / matematiche: La nostra ultima mossa è stata quella di inclinare il punto esclamativo di 9 gradi, giusto per aggiungere un po’ di fantasia. 

Prima del week-end, abbiamo anche intervistato i nostri dipendenti sulle modifiche che volevano vedere. E’ interessante notare che l'87 per cento dei nostri dipendenti ha voluto un certo tipo di cambiamento nel logo (o iterativo o radicale). In termini di attributi specifici, i nostri dipendenti avevano voluto:
sans serif
lettere di dimensioni variabili
una linea di fondo variabile
un punto esclamativo inclinato
e la maggior parte dei loro loghi preferiti erano maiuscoli.

Anche se non abbiamo inteso soddisfare in modo esplicito ogni richiesta, siamo andati molto incontro a ciò che le persone che ci conoscono meglio sentivano che si adattava meglio a noi.
Colore e consistenza erano piuttosto facili. Il nostro viola è Pantone Violet C – un pantone che non ha bisogno di numero e di presentazioni ;). Per la consistenza ci è venuta la bella idea di creare uno spessore triangolare cesellato per il logo – questo fa sì che la lettera Y appaia nell’ombreggiatura alle estremità di ciascuna delle lettere.
Nel corso delle settimane successive, abbiamo lavorato su diverse applicazioni e trattamenti del logo (la favicon, app launchers, chiuse sotto il brand).  Ha resistito bene. E, se nell’andare avanti siamo più propensi a fare piccole modifiche iterative lungo la strada piuttosto che cambiamenti radicali, siamo davvero contenti di dove siamo arrivati. Ci auguriamo che lo siate anche voi!

Marissa Mayer – CEO Yahoo

Yahoo!, il logo realizzato dallo stagista e non scelto ha più successo di quello ufficiale
Yahoo!, il logo realizzato dallo stagista e non scelto ha più successo di quello ufficiale
Yahoo! pronta a cambiare il suo stile dal 4 settembre prossimo
Yahoo! pronta a cambiare il suo stile dal 4 settembre prossimo
Yahoo! 30 giorni per cambiare
Yahoo! 30 giorni per cambiare
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni