16:09

Facebook, utili per un miliardo di dollari

Il social network di Palo Alto fa segnare un profitto di 700 milioni di dollari per il mese di settembre e quasi sicuramente riuscirà a fare cifra tonda entro fine anno. Fervono intanto i preparativi per lo sbarco in borsa.

Facebook, utili per un miliardo di dollari.

Facebook si prepara a superare il tetto di un miliardo di dollari di profitto per il 2011. Avete capito bene, un miliardo. Ben poche realtà aziendali possono vantare storicamente una crescita del genere e per ciò che riguarda il settore web di sicuro il miracolo di Palo Alto non ha precedenti.

Basti pensare soltanto che gli utili registrati quest’anno sono all’incirca il doppio rispetto a quelle dell’anno precedente e ben quattro volte quelli del 2009 per comprendere un successo commerciale unico nel suo genere.

Le informazioni ufficiali parlano di un utile di 700 milioni accumulato entro il mese di settembre e se il trend dovesse mantenersi stabile il social network partorito dal genio di Mark Zuckerberg potrebbe superare il traguardo a nove zeri entro dicembre.

Una situazione che sicuramente rasserena un po’ gli animi, visto che Facebook è stato più volte sospettato di essere una bolla speculativa il cui scoppio avrebbe creato non pochi danni. In effetti la situazione del colosso non è esattamente ottimale; finora la potenza degli oltre 800 milioni di utenti non si era tradotta in guadagni reali e le entrate derivanti dalla pubblicità erano in pesante calo, dopo che si era osservato che gli annunci presenti sulla piattaforma non erano efficaci quanto quelli tradizionali sparsi nel web.

Contemporaneamente Goldman Sachs annunciava la sua valutazione di Facebook stimandola in 50 miliardi di dollari, una cifra astronomica che aveva aumentato i sospetti di un’ipotesi speculativa. Tutto ciò è accaduto nell’ultimo anno, quello che ha segnato il vero e proprio boom del social network ma lo stesso in cui, a Palo Alto, si è cominciato a parlare di uno sbarco in Borsa ed ovviamente tutte queste valutazioni economiche hanno contribuito ad aumentare l’attesa per verificare la solidità del titolo.

Ora che anche lo scettico Mark Zuckerberg sembra essersi convinto, l’ipotesi di una IPO sul gigante bianco e blu diventa sempre più probabile e sono in molti ad attenderla addirittura per l’inizio del prossimo anno. La decisione è stata maturata dopo una lunga riflessione legata soprattutto ai pesanti controlli a cui sarebbe sottoposta l’azienda da parte della SEC in caso di quotazione a Wall Street, ma dopo la crescita esponenziale vissuta negli ultimi due anni l’arrivo in Borsa sembra ormai il passo successivo.

Nel frattempo a Palo Alto si festeggia un 2011 con i fiocchi, con un miliardo di utile da mostrare a chi, fino a poco tempo fa, riteneva il social network un gioco da ragazzini. A suon di miliardi.

Approfondimenti: palo alto

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE
ALTRE STORIE