Se su Facebook nessuno usa le Storie non si può dire di certo lo stesso per Instagram che nelle ultime ore ha annunciato il traguardo dei 200 milioni di utenti attivi per la funzione Stories che permette di pubblicare foto e video che si autodistruggono dopo 24 ore. La funzionalità, introdotta nel 2016 copiando l'app di messaggistica Snapchat, è stata davvero molto apprezzata dagli utenti del social network di mobile photography. Basta pensare che a gennaio gli utenti che la utilizzavano erano 150 milioni, in soli tre mesi è stata registrata una crescita di utilizzatori giornalieri pari a 50 milioni di utenti.

Il team di sviluppatori al lavoro sulla piattaforma è costantemente al lavoro per migliorare l'applicazione e proprio nella serata di ieri ha annunciato una serie di nuovi strumenti per gli adesivi da utilizzare per personalizzare le Stories e i messaggi privati. A partire dalla giornata di oggi, infatti, così come avviene da tempo su Snapchat, sarà possibile applicare gli sticker in modo da poterli muovere a seconda del filmato: "Inserisci il tuo selfie sticker ovunque, modificane le dimensioni e utilizza tutti gli altri strumenti creativi che desideri. Adesso puoi anche fissare il tuo selfie sticker, così come altri adesivi o testi, in un punto particolare del tuo video".

Altra novità riguarda l'introduzione di nuovi sticker geolocalizzati che si aggiungono a quelli già presentati qualche mese fa. I nuovi adesivi geolocalizzati di Instagram saranno disponibili per le città di Chicago, Londra, Madrid e Tokyo: "Tutti gli adesivi geolocalizzati sono stati creati da membri della comunità locale con l'obiettivo di far prendere vita alle città in cui si sentono a casa. Potrai vedere il nome utente dell'artista quando tocchi l'adesivo così da poter scoprire di più sulle sue creazioni uniche".

A post shared by Instagram (@instagram) on