referral-traffic-facebook-batte-google-con-il-sito-del-guardian

Mentre Google sta impegnando tutte le risorse possibili nella sua rincorsa a Facebook con il suo Google +, il colosso di Palo Alto sembra invece intenzionato ad invadere il territorio del proprio nemico. Le due realtà hanno operato fino a poco tempo fa in due settori separati, quello social e quello della ricerca online, senza l'apparente intenzione da parte di entrambi di affacciarsi nel campo dell'altro. BigG in realtà ha sempre mal digerito il crescente successo della piattaforma di Zuckerberg, che in pochi anni di vita è riuscita a raccogliere più informazioni sugli utenti di quelle immagazzinate da Mountain View fin dalla sua nascita. Da un giorno all'altro è partita la ricorsa, su un campo però in cui Facebook ormai vanta quasi un miliardo di iscritti.

Il social network non solo non sembra curarsi più di tanto del suo avversario ma è riuscito perfino a batterlo nel campo del traffico verso i siti internet, settore nel quale Google sembrava quasi imbattibile. Il caso è quello del Guardian, storica testata inglese la cui versione online è stata fin da subito uno dei migliori esempi di giornalismo su internet; il giornale pochi mesi fa ha rilasciato un'applicazione per Facebook grazie alla quale gli utenti possono leggere gli articoli direttamente tramite la piattaforma. In soli 5 mesi l'app è stata scaricata da oltre 8 milioni di lettori, con una crescita giornaliera di 40mila download e il traffico generato è riuscito in pochissimo tempo a superare quello proveniente da Google. Un dato emblematico, considerando che la maggior parte del traffico verso le testate online è generato dai motori di ricerca e solo in minima parte è diretto o proveniente dai network sociali.

Referrals from Google and Facebook to guardian.co.uk

Osservando il grafico appare chiaro come, prima dell'introduzione dell'applicazione, il traffico originato da Facebook non superasse il 5% di quello totale, a fronte di una media di oltre 30% solo da parte di Google (escludendo quindi gli altri motori di ricerca come Bing). In pochi mesi il colosso di Mountain View non solo è stato raggiunto ma anche superato, segnando un sorpasso destinato a mettere in discussione il ruolo dei social network come veicolo di traffico e di notizie. Quello dell'app del Guardian per Facebook non è però l'unico successo del mondo delle reti sociali nei confronti dei motori di ricerca; solo pochi giorni fa, Pinterest, il social network inspirazionale che sta riscuotendo successo in tutto il mondo, ha superato Google nel referral traffic, nonostante i pochi mesi di vita della piattaforma. Forse Google & co farebbero bene a smettere di inseguire Facebook sul loro settore, cercando invece di fortificare il proprio, la battaglia non è che all'inizio.

Articolo a cura di
Attiva gli aggiornamenti:
Aggiungi un commento!