21 Agosto 2021
15:36

787mila dollari per il manuale del computer Apple II: l’ha firmato Steve Jobs

In una recente asta sono stati messi in vendita numerosi oggetti appartenuti o passati dalle mani del fondatore di Apple. Un suo biglietto da visita è stato acquistato per oltre 12mila dollari, mentre il manuale venduto alla cifra record contiene la firma dell’imprenditore e una dedica personale.
A cura di Lorenzo Longhitano

Il fondatore di Apple Steve Jobs è una delle figure diventate leggendarie nel mondo della tecnologia, e non solo. L'imprenditore e informatico statunitense venuto a mancare nel 2011 del resto ha creato quella che oggi è l'azienda maggiormente quotata al mondo, e non stupisce che attorno alla sua figura si sia creata una sorta di culto. L'ultima dimostrazione sta in un'asta che si è recentemente conclusa e durante la quale sono stati messi in vendita oggetti appartenuti a Jobs o a lui riconducibili: l'operazione ha fruttato nel complesso più di un milione e mezzo di dollari, dei quali 787.484 dollari sono stati raccolti per un manuale cartaceo di istruzioni per il computer Apple II, autografato personalmente dal fondatore di Apple.

Steve Jobs e i beni all'asta

Non è la prima volta che gli oggetti legati a Steve Jobs emergono nel mercato delle aste. Nel 2014 l'ultimo Apple I venduto dall'imprenditore era stato aggiudicato per circa 600.000 dollari, mentre pochi anni dopo lo storico documento che descriveva il medesimo dispositivo era curiosamente rimasto invenduto. In quest'ultima asta sono stati smerciati diversi beni appartenuti o passati dalle mani di Jobs: una sua giacca indossata durante una presentazione nel 1989 è stata venduta per 3.110 dollari, mentre un set di 4 cassette magnetiche contenenti il codice del programma Basic per computer Apple sono state pagate in totale 656 dollari. Tra gli oggetti più interessanti e curiosi, oltre a computer e schede elettroniche, figurano il biglietto da visita di Steve Jobs, pagato 12.905 dollari, e il manuale battuto alla cifra record.

Il manuale da 787.484 dollari

L'oggetto in questione non è altro che il manuale operativo di uno dei computer Apple II venduti dall'azienda a partire dal 1977. Il documento consiste di 196 pagine nelle quali vengono descritti il funzionamento, le operazioni e le componenti del dispositivo, ma a renderlo unico è ovviamente la firma di Steve Jobs che in questo caso si accompagna a una dedica; il manuale apparteneva infatti a Julian Brewer, figlio dell'imprenditore che ai tempi negoziò per Apple i diritti di distribuzione del dispositivo nel Regno Unito. Il ragazzo ebbe modo di incontrare Jobs grazie al padre, e in quell'occasione fortuita riuscì a farsi firmare il manuale che quel giorno aveva casualmente con sé con un messaggio particolare: "Julian, la tua generazione è la prima a crescere in compagnia dei computer. Va' a cambiare il mondo! Steven Jobs, 1980".

Sono passati 10 anni dalla morte di Steve Jobs: ecco come è cambiata la sua Apple
Sono passati 10 anni dalla morte di Steve Jobs: ecco come è cambiata la sua Apple
Tutti i fallimenti di Steve Jobs, a 10 anni dalla morte
Tutti i fallimenti di Steve Jobs, a 10 anni dalla morte
"Steve ci ha insegnato a essere curiosi": il messaggio della famiglia a 10 anni dalla morte di Jobs
"Steve ci ha insegnato a essere curiosi": il messaggio della famiglia a 10 anni dalla morte di Jobs
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni