I retroscena che si celano dietro grandi personalità. Grandi uomini che nascondono dietro le apparizioni pubbliche una vita tutta da scoprire. Come quella di Mark Zuckerberg, CEO di Facebook, raccontata per filo e per segno da Business Insider. Ci sono tanti aspetti interessanti, alcuni scontati, altri inediti. Una vita tutto sommato tranquilla, scandita dagli affetti familiari ma anche da un forte attaccamento alla fede.

La sveglia (non all'alba)

Zuckerberg lo aveva confidato (si fa per dire) nel corso di una diretta streaming su Facebook in compagnia di Jerry Seinfeld, cabarettista e attore statunitense: la sveglia, a casa sua, non suona prima delle otto. I primi minuti della giornata sono scanditi dal fugace controllo degli ultimi aggiornamenti sui social network: in primis quello che lui ha fondato, Facebook, ma anche Messenger e le ultime notifiche di WhatsApp.

La corsa per il benessere fisico

L'allenamento è solo tre volte alla settimana e segue quel "momento social" che Zuckerberg si concede appena sceso dal letto. Un allenamento fisico che consiste in una corsa di prima mattina, prima che la giornata – con i suoi impegni e la sua frenesia – entri ufficialmente nel vivo. Qualche volta il CEO di Facebook porta con sé Beast, il suo animale domestico, un cagnolino di razza komondor dal pelo lungo. E la scelta di non uscire a correre in solitudine è stata giustificata così dallo stesso Zuckerberg: "Correre con il proprio cane ti dà qualcosa in più, perché è divertente e in un certo senso è come veder correre un mocio".

La colazione e il dubbio (di poco conto): "Come mi vesto"?

Dopo la corsa è la volta della colazione. Non c'è un menù fisso, Zuckerberg mangia ogni mattina ciò di cui ha più voglia, non segue una dieta particolare e ama spaziare tra i diversi gusti. Dopo la colazione arriva il momento della scelta dei vestiti del giorno. Pochi dubbi e un outfit che segue il suo stile sobrio e poco appariscente: jeans, maglietta grigia e scarpe da ginnastica. Ma c'è una curiosità sulle t-shirt che indossa Zuckerberg ogni giorno, un dettaglio che può entrare in contraddizione con i dettami dell'apparenza: le maglie che indossa sono prodotte da Cucinelli e hanno un costo di circa 400 dollari a pezzo. Nel corso di un'intervista il CEO di Facebook aveva dichiarato di volersi "sbarazzare delle cose inutili, in modo da dover prendere il minor numero possibile di decisioni, tranne per quanto riguarda il modo migliore di servire questa comunità".

La giornata lavorativa

Mark Zuckerberg passa nella sede di Facebook tra le 50 e le 60 ore settimanali. Un lasso di tempo considerevole, che lui stesso spiega così ai microfoni della CNN: "Passo la maggior parte del tempo pensando a come connettere il mondo e servire la comunità nel migliore dei modi, ma parecchio di quel tempo non lo trascorro in ufficio, incontrando persone o facendo quello che chiameresti ‘lavoro vero'". Secondo quanto riporta The Verge, Zuckerberg avrebbe a disposizione dodici persone che si occupano della gestione dei suoi canali social.

Lo svago e i viaggi

Il tempo libero, Zuckerberg lo dedica ad accrescere la sua cultura. Quando non lavora studia il cinese mandarino e legge moltissimi libri. Lo ha raccontato in un post su Facebook, spiegando di essersi fatto la promessa di leggere almeno un libro ogni due settimane. Un'altra passione che lo tiene occupato nei momenti liberi è quella dei viaggi. Zuckerberg viaggia molto, spesso per incontrare personaggi illustri come Papa Francesco e Barack Obama, giusto per citarne alcuni.

La famiglia

Uno spazio consistente della vita del CEO di Facebook è ricoperto dagli affetti familiari. Zuckerberg trascorre diverso tempo con la moglie Priscilla Chan e le due figlie, August e Max. Tutte le sere, prima di addormentarsi, va dalle sue figlie e recita la preghiera ebraica. Un affetto tanto tenero quanto indicativo della religiosità del fondatore di Facebook, un uomo sopra le righe in ambito lavorativo, ma semplice e alla mano nella vita di tutti i giorni.